Italia

Beatrice Ballerini Tracce del killer nel Dna

C’è attesa per l’esame del Dna che potrebbe dare un nome all’assassino di Beatrice Ballerini, la donna di 42 anni trovata uccisa giovedi’ sera nella sua abitazione di Nievole, nelle campagne di Montecatini Terme (Pistoia) . Molti e scrupolosi i rilievi del Ris di Roma che hanno trovato, tra l’altro, dei depositi di pelle sotto le unghie della bancaria. Ciò fa presumere  che Beatrice si sia difesa strenuamente dalle mani del suo killer che la colpiva a calci e pugni e poi l’ha strangolava con il suo stesso foulard che aveva al collo.


Secondo quanto si è appreso, la stanza del casolare in cui è stato ritrovato il corpo della donna era a soqquadro, ma gli investigatori non è escludono che possa trattarsi di una messinscena per sviare le indagini. Nessun segno di effrazione, infatti, sarebbe stato invece evidenziato a porte e finestre, fatto che fa pensare che la donna conoscesse il suo assassino.

Molta attenzione da parte degli investigatori nei confronti dei familiari ed in particolare del ex marito della vittima, con il quale la donna quello stesso pomeriggio avrebbe avuto un incontro.

 La Procura di Pistoia ha aperto un fascicolo per omicidio, ma al momento non ci sono persone iscritte sul registro degli indagati.

 

a

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close