Italia

Meteo Natale e giorni di festa Le previsioni

In questi giorni di Feste il tempo e le sue previsioni sono uno degli interessi per chi si sposta ma anche per chi vuole magari fare delle belle passeggiate per “smaltire” i succulenti piatti di questi giorni. Vediamo quale sarà la situazione metereologica sull’Italia a cavallo tra Natale e Capodanno.


Peggioramento ed  un pò d’instabilità sulle regioni settentrionali caratterizzeranno i giorni di festa, a causa del passaggio di una perturbazione che porterà piogge al Nord e in Toscana, passando dai settori occidentali e di seguito a quelli orientali. Il nord Italia verrà raggiunto dalla parte più avanzata del corpo nuvoloso della perturbazione numero 9 proveniente dall’Atlantico, nella sera della Vigilia, quando i primi piovaschi compariranno soprattutto sulla Liguria.

Natale sarà pertanto una giornata piuttosto grigia al settentrione e al centro, con precipitazioni deboli e intermittenti, più probabili e frequenti al mattino su est Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Liguria, ma anche sull’alta Toscana. Al pomeriggio precipitazioni in estensione all’Emilia occidentale e alla fascia prealpina veneto-friulana.

Nel giorno di Natale, nel primo pomeriggio arriverà una nuova perturbazione piovosa, la numero 10 di dicembre, che porterà piogge diffuse al Nord e in Toscana. Al Sud, invece, i venti di scirocco regaleranno una giornata più primaverile che natalizia, con tempo stabile e temperature comprese tra 15 e 20 gradi. In particolare nelle Isole maggiori si registreranno temperature da inizio maggio.

Santo Stefano vedrà la perturbazione natalizia spostare il proprio centro d’azione su Triveneto, Emilia, Romagna  e su parte del centro. Le precipitazioni più diffuse sono attese sul Friuli Venezia Giulia e sull’alta Toscana. Qualche pioggia in mattinata anche sull’est della Lombardia, sul Levante ligure e sull’Emilia Romagna. Nevicate sull’alta Valle d’Aosta fin verso i 1000 metri, oltre i 1200-1400 metri su tutti gli altri settori alpini. Ma di questo diremo in seguito.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close