Italia

Verona Gestioni Nicolini, quattro in manette Appalti pilotati e truccati In cambio viaggi e regali

Quattro persone sono state arrestate nell’ambito dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Verona su appalti pilotati alla Ftv, l’azienda trasporti Vicenza. L’ipotesi d’accusa è che la gara per le pulizie sia stata ‘accomodata’ per far vincere una ditta di Verona, la Gestioni Nicolini. L’indagine della Procura veronese aveva preso il via lo scorso aprile; la Nicolini in cambio dell’aggiudicazione dell’appalto per le pulizie dei bus avrebbe offerto regali ed anche alcuni viaggi a Cuba all’ex amministratore di Ftv.


Le ordinanze riguardano l’ex amministratore di Ftv, Valter Baruchello, il dirigente Antonio Donà, Diego Nicolini, titolare della Gestioni Nicolini srl, e la sua segretaria, Marisa Bonato, contro di loro le accuse a vario titolodi corruzione e turbativa d’asta, bancarotta fraudolenta e frode nelle pubbliche forniture,.

A quanto si apprende, in realtà, il pubblico ministero, oltre ai quattro arresti effettuati ieri mattina, ne aveva richiesti altri tre: a parere della procura, infatti, gli elementi di prova a carico sarebbero stati di tale gravità da rendere necessaria la custodia cautelare in cella anche nei confronti di Stefano Zaninelli, direttore generale in carica dell’Azienda trasporti di Verona, esponente della Lega Nord e «fedelissimo » del sindaco Flavio Tosi, e degli altri due veronesi Alberto Gobbo (classe ’58, residente in città) e Lucio Mengali (di Villafranca).

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close