Italia

Viareggio: i Mongols. Un vero arsenale?

foto Archvio

Un vero e proprio arsenale quello trovato dalla polizia di Lucca durante un controllo a due centauri affiliati ai Mongols, gruppo di motociclisti con sede a Massa Carrara. Dalle pistole ai machete alle mazze chiodate. E’ stato fermato Omar Vacchino, meccanico ed esperto di moto, affiliato al gruppo motorbike dei Mongols, con lui un 50enne di Massa che è stato denunciato.

La scoperta e’ avvenuta a seguito di un controllo di una pattuglia della Polizia Stradale di Viareggio, nell’area di servizio Versilia dell’autostrada Livorno-Sestri Levante. Ad insospettire gli agenti è stato l’atteggiamento sospetto dei due fermati . Così hanno iniziato la perquisizione rinvenendo una pistola calibro 22 con il colpo in canna. Nell’auto sono stati invece rinvenuti alcuni passamontagna, 6 paia di guanti, 2 coltelli a serramanico, 2 sbarre in ferro, 2 mazze di legno, 1 tirapugni e abbigliamento riconducibile al gruppo motociclistico dei Mongols.

Da questi ritrovamenti è scatta la perquisizione dell’abitazione di Vacchino nello spezzino. Gli uomini della squadra mobile, in collaborazione con quelli di Massa e la Spezia, hanno poi trovato  quantita’ industriale di armi bianche: machete, spade, pugnali, tirapugni, manette, nunchaku (arma per arti marziali), balestre, fucile elettrico, giubbotto antiproiettile, mazze chiodate, armi soft air, archi con frecce, mazze da baseball, carabine, esplosivo da cava.

 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy