Italia

Arborea, il 1 febbraio a Le Torri convegno progetto REDLAV. Focus su lotta alle zanzare

Arborea, il 1 febbraio a Le Torri convegno progetto REDLAV. Focus su lotta alle zanzare
E’ previsto un intervento dell’assessore provinciale all’Ambiente Emanuele Cera sugli interventi messi in campo nella lotta contro alle zanzare

Organizzato dalla Provincia di Oristano, si terrà il prossimo venerdì 1 febbraio 2013, presso l’Hotel Le Torri ad Arborea, il Convegno sul Progetto REDLAV (Reseau Transfrontalier de Demoustification et de Lutte Anti Vectorielle), promosso nell’ambito de il “Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia/Francia Marittimo 2007-2013.


Il Convegno costituirà occasione per l’assessore provinciale all’Ambiente, Emanuele Cera, per renderà note le azioni e le politiche di attuazione poste in essere dall’Assessorato provinciale all’Ambiente nella lotta contro le zanzare.

In un sistema ambientale diversificato in cui coesistono diverse specie animali e vegetali ed in un particolare momento di adeguamento dell’uomo a confrontarsi con le diverse realtà nel proprio territorio circostante (si pensi per esempio, alla diffusione di malattie note come West Nile o anche conosciuta come Febbre del Nilo), in considerazione della presenza di animali (in generale gli insetti nocivi ed in particolare le zanzare) in grado di modificare l’ecosistema di ogni territorio ed “influenzare” i modi comportamentali e lo stile di vita dell’uomo stesso, sono state attivate politiche di azione ed attuazione così da rispondere alle problematiche che si sono presentate sul territorio.

In questa attività è particolarmente impegnato il settore Ambiente e Suolo della Provincia, che ha cercato e cerca tuttora di trovare, nell’ambito del proprio intervento, plausibili soluzioni a tali problematiche anche attraverso la partecipazione a progetti Europei.

Uno di questi è, appunto, il Progetto REDLAV, promosso da cinque partners, tra gli altri: Consiglio Generale della Corsica del Sud, Consiglio Generale dell’Alta Corsica, ASL n. 2 di Lucca, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta- Sez. Imperia.


Il Progetto pone come obiettivo generale quello di migliorare i sistemi di gestione dei mezzi di lotta anti-vettoriale e di crisi di epidemie nelle patologie trasmesse dagli insetti vettori (si ricorda in particolare la citata West Nile); sviluppare un “Agire” comune e condiviso nelle strategie di lotta contro gli insetti. Nello specifico, il Piano di Azione si articola in cinque fasi: miglioramento della conoscenza e delle tecniche di lotta ai vettori nello spazio transfrontaliero; sviluppo di una strategia di controllo transfrontaliero antivettore per un approccio comune in materia di trattamento biologico, chimico, meccanico, fisico; miglioramento della prevenzione del rischio sanitario e realizzazione di un piano comune condiviso; azioni comuni d’informazione e di sensibilizzazione; non ultimo, costituire un Osservatorio di monitoraggio entomologico.

Per quello che concerne in senso stretto la nostra Provincia, il Settore Ambiente ha proceduto a dare esecuzione al Progetto mediante la raccolta di un inventario delle specie di zanzare nelle diverse aree (urbana, periurbana, rurale, etc); sperimentazione in loco di nuove tecniche di lotta col potenziale impiego di pipistrelli attraverso un approccio “conservativo” delle popolazioni; studio in loco dell’impatto sull’ambiente di tecniche di lotta chimica con trattamenti a base di Diflubenzuron valutazione degli insetti sulle biocenosi “non bersaglio”; attuazione di un piano di comunicazione attraverso lo studio e l’ideazione del logo del relativo manuale di immagine coordinata e del sito web. Inoltre, lo stesso Assessorato, ogni anno, predispone e attua dei piani di disinfestazione per il contenimento di insetti e parassiti che, comunemente, creano disturbi e rischi per la salute pubblica (zanzare, zecche, blatte, vespe, termiti, topi).


Il territorio della Provincia di Oristano, come noto, è caratterizzata da grandi estensioni di raccolte d’acqua permanenti, semipermanenti e peri-lagunari; aree agricole con una fitta rete irrigua e di scolo a cielo aperto e sifoni con acque stagnanti; aree collinate a risaie, che, di gran lunga, costituiscono, con il clima particolarmente favorevole, il territorio per il proliferare di queste specie animali. Tuttavia, volendo volgere al termine, giova rimarcare che la nostra Provincia, sensibile alle problematiche presenti nel nostro territorio, continua a promuovere ed attuare queste politiche nell’ambito delle proprie competenze territoriali, aderisce alla realizzazione di Progetti Semplici, come quello REDLAV che coinvolge diversi Partners, a livello locale, nazionale e transfrontaliero per migliorare i propri sistemi di gestione e ridurre al minimo gli effetti negativi sull’ambiente e sull’uomo.

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close