Editoriali

Attraversatori dal passato

Attraversatori dal passatoNon ci avevo fatto caso prima ma ieri sera, imbattendomi in questo cartello, ho per la prima volta realizzato quanto fosse anacronistico e quanto passato contenesse: è probabile che oggi i ragazzi si tengano ancora per mano per attraversare la strada, che alcuni si sbrighino come i bambini raffigurati, ma di sicuro, nell’era dello zaino firmato, più nessuno ha la cartella in mano, come qualcuno dei loro insegnanti più anziani.
Poi ho pensato: e se quel cartello fosse una porta del tempo? Ti metti lì, e aspetti: dal nulla, si materializzano decine e decine di attraversatori del passato, cartella in mano, la città tutt’intorno si ripresenta con i suoi filobus, i suoi capistazione, i suoi gelatai ambulanti, magari in bianco e nero, come cinquanta, sessant’anni fa. Improvvisamente, dal finestrino di una Topolino una voce: “Ma la vogliamo attraversare la strada o ce ne stiamo qui impalati?” Allora corri pure tu, stringendo forte la mano della sorellina, per non fare tardi a scuola.

Lino Soddu

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close