Società

Auschwitz: La Canzone Del Bimbo Nel Vento

auswitczSon morto con altri cento,
son morto ch’ero bambino:
passato per il camino,
e adesso sono nel vento.
Ad Auschwitz c’era la neve:
il fumo saliva lento nel freddo giorno d’inverno e adesso sono nel vento.
Ad Auschwitz tante persone,
ma un solo grande silenzio;
è strano:
non riesco ancora a sorridere qui nel vento.
Io chiedo come può l’uomo uccidere un suo fratello,
eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento.
Ancora tuona il cannone,
ancora non è contento di sangue la belva umana,
e ancora ci porta il vento.
Io chiedo quando sarà che l’uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare,
e il vento si poserà

Nomadi

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close