EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Camorra Sequestrati 90 milioni di euro vicini ai clan dei Casalesi in Lazio

carabinieri diaConfiscati dalla Dia  di Napoli in Lazio e Campania beni per oltre 90 milioni di euro ad aziende e persone contigui al clan dei Casalesi.Venti società e relativi beni strumentali, immobili e mobili registrati; due ditte individuali; 26 fabbricati; 28 terreni; 19 veicoli tra cui tre Ferrari; 114 rapporti finanziari.

 La confisca è stata disposta dal Tribunale di Frosinone ed è una delle più grosse ai danni delle organizzazioni camorristiche che operano nel Lazio . Fra i beni confiscati vi sono venti società, beni strumentali, immobili, mobili registrati, due ditte individuali, 26 fabbricati, 28 terreni, 19 veicoli tra cui tre Ferrari e 114 conti correnti, depositi e rapporti finanziari.


Il decreto di confisca è stato eseguito nei confronti di tre pregiudicati legati al clan dei Casalesi: Gennaro De Angelis (69 anni di Casal di Principe), Aladino Saidi (35 anni di Sora) e Antonio Di Gabriele (67 anni di Crispano). 

Secondo quanto ricostruito dalla Direzione investigativa antimafia, De Angelis, stabilitosi nel basso Lazio agli inizi degli anni ’70 fu un punto di riferimento dei Casalesi fino a diventarne capo regime prima nell’organizzazione guidata da Antonio Bardellino e poi, dopo la scissione, nel gruppo camorristico capeggiato da Francesco Schiavone detto Sandokan.

Aladino Saidi è retenuto, invece, organico al gruppo Deangelisiano.  Antonio Di Gabriele, infine, è ritenuto un uomo di fiducia e un prestanome di De Angeli.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com