EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Oristano e provincia: arrivano nuove risorse per lo smaltimento dell’Amianto

Oristano e provincia: arrivano nuove risorse per lo smaltimento dell'Amianto

Arrivano buone notizie sul fronte della bonifica dell’amianto, un tema sul quale la Provincia di Oristano e, nello specifico, l’assessorato all’Ambiente, ha da sempre posto il massimo impegno, dimostrando grande attenzione e sensibilità.

Saranno presto disponibili, infatti, ulteriori risorse per circa 1 milione di euro, che saranno destinati alla concessione di contributi ai privati che hanno partecipato all’ultimo bando pubblicato dalla Provincia per interventi di smaltimento e bonifica da amianto dei propri immobili.

Le risorse corrispondono alle economie risultanti dal finanziamento che la Provincia aveva ottenuto per le attività di bonifica della discarica abusiva di amianto in fibre libere di Masangionis, ubicata nel Comune di Arborea, giunta ormai alla fase conclusiva e la cui “rendicontazione definitiva – precisa l’assessore all’ambiente Emanuele Cera – sarà presentata dal Comune di Arborea, Ente sub delegato all’attuazione dell’intervento”.

“Queste ulteriori risorse economiche sono state autorizzate dalla Giunta Regionale che su indicazione dell’assessore Biancareddu, ha accolto la nostra proposta per l’utilizzo delle economie del progetto a favore dei contributi ai privati – spiega l’assessore provinciale all’Ambiente, Emanuele Cera – con le quali sarà possibile proseguire nello smaltimento dell’amianto dalle abitazioni private del territorio provinciale, un’attività che con forza abbiamo sostenuto in questi anni”.

La concessione della Regione è un ulteriore riconoscimento alla Provincia di Oristano per il corretto e celere utilizzo delle risorse e anche per il costante impegno profuso dall’assessorato su una problematica molto sentita nel territorio.

Ne sono testimonianza le numerose richieste, circa 900, per gli interventi di smaltimento presentate dai cittadini anche in risposta dell’ultimo bando pubblicato, che è stato accompagnato da una intensa attività di informazione con gli incontri tenuti sul territorio, anche con la stretta e costante collaborazione con l’Associazione Regionale ex esposti amianto e la ASL di Oristano.

“Le richieste sono in fase di istruttoria – informa l’assessore Cera, è stata recentemente costituita la commissione che da un primo calcolo approssimativo ha evidenziato la necessità di circa 3 milioni di euro per soddisfare tutte le richieste pervenute. A tal proposito l’Assessore ha già inoltrato una nuova istanza alla Regione per l’ottenimento di ulteriori risorse da impegnare nello scorrimento della prossima graduatoria, “l’attenzione che poniamo sulla questione dello smaltimento dell’amianto è sempre altissima e le sollecitazioni verso la Regione, in tal senso, sono sempre numerose e costanti.”

Gli interventi di bonifica dell’amianto sono necessari, tenuto conto che sebbene sia stato vietato da più di dieci anni, l’amianto non è ancora scomparso del tutto dalle case e dagli edifici pubblici. In particolare, ancor di più nel territorio oristanese, dove l’amianto è stato utilizzato in maniera molto più ampia che in altri territori, per il fatto che le fabbriche in Sardegna produttrici di manufatti di cemento amianto si trovavano nella nostra provincia, la Cem.a di Marrubiu e la Sardit di Oristano.

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com