Italia

Rissa al ‘Dietro le quinte’ Due mamme organizzano il raid punitivo

foto archivio
foto archivio

Spedizione punitiva contro gli uomini della sicurezza della discoteca ‘Dietro le quinte’ di Brescia. Due donne tra i 12 denunciati.

La rissa risale alla notte tra il 12 ed il 13 gennaio quando le due donne parteciparono, insieme a circa 30 persone, all’aggressione contro gli addetti alla sicurezza della discoteca di Brescia “Dietro le quinte” per vendicare i figli, che erano stati allontanati dal locale. Il gruppo aveva assalito  i bodyguard con manganelli, bottiglie e oggetti contundenti. In dodici sono stati identificati e denunciati dalla Digos a vario titolo per lesioni aggravate, danneggiamento, minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Si tratta di persone residenti a  Calcinato, Castelcovati, Nuvolera, Vobarno, Montichiari, Chiari (Brescia). Quattro invece sono tifosi vicini agli ultra’ della Curva Nord Brescia.Tutto era nato dall’allontanamento dal locale, in due diverse occasioni, dei figli delle due donne, che erano stati ritenuti colpevoli di comportamenti inopportuni: i “colpevoli” sono un minorenne e un ventenne.

La Volante intervenuta ha bloccato il 17enne, sua madre, 47 anni, e la mamma del 21enne messo alla porta tre mesi prima. Le signore, casalinghe, hanno dato in escandescenze e una avrebbe persino allungato un ceffone a un poliziotto. Per il questore Lucio Carluccio sono state loro a organizzare la spedizione punitiva.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close