Italia

Roma: continuano le presunte infiltrazioni di ‘ndrangheta

Roma, le ‘ndrine continuano ad infiltrare la Capitale. Una grossa operazione degli uomini della Guardia di Finanza ha messo in luce traffici illeciti e criminalità organizzata.

Sembra siano stati sequestrati a Rom beni per oltre 20milioni di euro in immobili di prestigio, bar, ristoranti, l’operazione è stata fatta dalla Dia nella Capitale in collaborazione con il Centro operativo Dia di Reggio Calabriain esecuzione di ordinanze emesse dal gip del Tribunale di Roma Simonetta D’Alessandro nei confronti di alcuni esponenti della ‘ndrangheta da tempo radicatisi nell’Urbe, ritenuti responsabili di «trasferimento fraudolento di valori», aggravato dal metodo mafioso. Così scrive il Corriere della Sera.

Oltre al sequestro dei beni ci sono stati nuove custodie cautelari per persone presumibilmente legatealla ‘ndrina dei Gallico, originari della provincia di Reggio Calabria.

I fermati sarebbero prestanomi di società che per conto della malavita organizzata gestivano ingenti capitali e sopratutto si erano impadronite attraverso presumibili operazioni finanziarie di importanti società che gestivano  bar e ristoranti ubicati in zone di pregio della Capitale. Tra questi, il bar Antiche Mura in via Leone IV, il ristorante Platinum in via dei Banchi Nuovi

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close