Salute

Staminali riprogrammate combattono Aids e cellule tumorali

Il nostro corpo possiede cellule immunitarie programmate, che permetterebbero di combattere virus e  cellule tumorali: Aids o il melanoma. Purtroppo queste nostre cellule killer hanno cicli di vita brevi e non sono in quantità sufficiente per contrastare gli stadi più aggressivi di queste malattie.


Secondo uno studio di ricerca nipponico coordinato da Hiroshi Kawamoto, rigenerando questi linfociti si potrebbero creare cellule staminali capaci di aggredire specificatamente le cellule infettate da Hiv e quelle tumorali.

Per verificare l’efficacia di questa metodologia di cura, sono state utilizzate cellule immunitarie di una persona sieropositiva e di un’altra affetta da melanoma. I linfociti sono stati riprogrammati e forniti di un potenziale di crescita e di una durata di vita maggiori, mantenendo, però, la loro specificità nell’aggredire cellule cancerogene e le cellule infettate dall’Hiv.

Il metodo sperimentato permette di produrre in provetta quantità infinite di cellule di difesa su misura di paziente e soprattutto specificamente efficaci contro la malattia del paziente stesso, Aids o cancro che sia. Il prossimo step di questa ricerca sarà testare sui pazienti le cellule così prodotte per verificarne la loro efficacia e selettività contro la loro malattia.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close