Italia

Controllo Cosa Nostra su case popolari Zen 14 arresti

foto archivio
foto archivio

Un gruppo di criminali avrebbe gestito l’assegnazione degli alloggi popolari del quartiere Zen di Palermo. Vasta operazione,  la notte scorsa, degli agenti della Squadra Mobile di Palermo.

In corso dalle prime luci dell’alba una vasta operazione antimafia nel quartiere palermitano dello ‘Zen’. Eseguiti 14 provvedimenti di fermo di indiziato di delitto, emessi dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di altrettanti soggetti, ritenuti responsabili dei reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, tentata estorsione, violenza privata aggravata ed estorsione aggravata.


Le forze dell’ordine hanno accertato come il gruppo criminale avesse infiltrato praticamente qualsiasi attività commerciale e imprenditoriale dello Zen, imponendo il pagamento del pizzo, e gestendo direttamente l’assegnazione delle case popolari attraverso un mercato illegale parallelo.

L’organizzazione mafiosa si occupava anche di far presidiare fisicamente da persone di fiducia gli alloggi popolari lasciati liberi per un certo periodo dai legittimi assegnatari e che perdevano così il diritto alla casa .  Cosa Nostra li riassegnava dietro compenso non inferiore ai 15.000 euro.

Le forze dell’ordine hanno accertato come il gruppo criminale avesse infiltrato praticamente qualsiasi attività commerciale e imprenditoriale dello Zen, imponendo il pagamento del pizzo, e gestendo direttamente l’assegnazione delle case popolari attraverso un mercato illegale parallelo.

L’organizzazione, inoltre, avrebbe fatto presidiare fisicamente, da persone di fiducia, le case rimaste libere dai legittimi assegnatari, che perdevano dunque il possesso dell’alloggio, e che per rientrarne in possesso arrivavano a sborsare dai 15mila euro in su.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close