Italia

Il Pigato Blitz con la bresaola IGP, conquista gli sciatori della Valtellina

il Pigato blitz conquista Aprica
il Pigato blitz conquista Aprica

 Aprica (SO). Lanciato nell’estate 2012 da Bianca Sartori, proprietaria dell’omonima cantina, il Pigato Blitz, dopo essersi imposto come aperitivo cool nella Riviera ligure, ora, grazie ai giovani barman dell’Alberghiero F. Maria Giancardi di Alassio, punta ad affermarsi anche nelle più rinomate stazioni sciistiche italiane. L’appuntamento per l’aperitivo della Sartori Pigato è sulle nevi di Aprica dove, in questo periodo, soggiornano tanti turisti dell’Est Europa: polacchi, cechi, slovacchi e bulgari che gradiscono tutto ciò che è Italian style, dalla moda all’enogastronomia.


Il Blitz è a base di Pigato, il principe dei bianchi di Liguria, con aggiunta di Aperol e soda. Ad Aprica, perla della Valtellina, viene proposto con la regina dei salumi di questa valle :la bresaola IGP. Il Pigato D.O.C. della Sartori, la più grande azienda vitivinicola ligure dislocata in un unico appezzamento,si distingue per il suo colore giallo paglierino, per il profumo di banana, miele e pesca matura; di carattere secco, deciso, corposo e piacevolmente amarognolo, si usa per cucinare molti piatti liguri, dal mare ai monti. L’attività promozionale rientra nel progetto d’Istituto “I Comunicativi” e a guidare gli alunni durante l’evento saranno i docenti Antonella Annitto, Monica Barbera, Michela Calandruccio, Rita Baio, Nello simoncini, Norberto Andreoni, Flavia Mallamaci, Maria Elisabetta Corradi, Marina Tiro, Pierluigi Raspino, Francesca Marchetti, Stefania Arata, Luca Ansaldo, Riccardo Giannantonio e Franco Laureri.

 

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close