Economia

Politiche 2013: dopo le matite copiative, è guerra di insulti, democrazia dell’ingiuria?

Elezioni politiche 2013: come votano gli italiani all'estero, circolare ministerialeMancano 2 ore alla chiusura dei seggi per le Politiche ed intanto in Italia si continua  a parlare di matite copiative e voto con la penna, nel web impazzano i suggerimenti.

Commenti di ogni genere reperibili su Fb, tra di questi qualcuno asserirebbe persino che chi continua a dare l’informazione sulle norme di voto, ovvero la stampa, non abbia chiare le norme elettorali mentre invece chi invita a votare con la penna ed i pennarelli, fotografare il voto ovviamente si. Un mistero.

Intanto però Beppe Grillo ha votato intorno alle 11.00 di stamane portandosi via la matita copiativa, così sembra, poi il leader dei grillini e tornato indietro a restituire la matita agli scrutatori, scrive il Corriere che riporta qualche parola di Grillo, “Volevo vedere se è veramente copiativa”, Grillo avrebbe anche risposto alla domanda del cronista che chiedeva informazioni sulla misteriosa faccenda dell’invito ad inumidire le matite,  affermando di aver invitato ad umettare ed inumidire la matita e non a leccarla.


Da quel che si legge sul Corriere sembrerebbe persino che chi non ha votato il movimento 5 stelle sia un colluso infatti Grillo avrebbe dichiarato al Corriere della Sera, ” I soldi per il nostro programma e per il salario di disoccupazione li troviamo eccome. Ci sono 98 miliardi di euro di evasione fiscale. E poi ci sono le Province da abolire, le auto blu da eliminare, i costi della politica da tagliare a fondo e ci siete anche voi con i finanziamenti all’editoria da cancellare». I risultati elettorali arriveranno dopo le 15, ma tanti cittadini avranno comunque votato altri partiti, che dice a queste persone? «Chi ha votato certi partiti è un colluso. Colluso con quel potere e quel sistema».” 

Immediatamente la parole del leader rimbalzano in rete ed è subito guerriglia sulle bacheche dei più comuni social network. Insulti e diffamazioni un pò ovunque. Insomma in queste Politiche si è perso il senso della politica e dietro falsi inni inneggianti civiltà e rivoluzioni di massa l’Italia prende una brutta piega .

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close