EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Una svolta nel mistero del Volpe 132

elicopterIl mistero del Volpe 132 potrebbe essere ad una svolta. Nuovi risultati sembrano siano stati rilevati grazie alla perizia del Ris dei carabinieri e del professor Firrao del Politecnico di Torino. Una pista che non avrebbe niente a che vedere con incidente fortuito ma sembra proprio che l’A-109 della Finanza sia stato abbattuto a Feraxi.

Il mistero dell’elicottero abbattuto nel cielo di Capo Ferrato, la sera del 2 marzo 1994, forse prende un altro verso. Probabilmente il maresciallo Gianfranco Deriu, 42 anni di Cuglieri, e il brigadiere Fabrizio Sedda, 27 anni di Ottana potrebbero stati uccisi. L’elicottero sarebbe stato abbattuto.

Con molta probabilità nei pezzi restituiti dal mare i tecnici del Ris potrebbero aver ritrovato tracce di esplosivo o di combustione. Quel qualcosa potrebbe dimostrare la  tesi  che l’A-109, Volpe 132, della Finanza con a bordo Deriu e Sedda potrebbe essere stato abbattuto. Quel qualcosa si troverebbe nei pochi pezzi di metallo accartocciati, recuperati nel mare davanti a Capo Ferrato, due giorni dopo la tragedia.

Prendono nuovamente senso le testimonianza oculari del giardiniere Giovanni Utzeri, del pensionato Gigi Marini, dell’ex assessore di San Vito Antonio Cuccu e del capraro Giuseppe Zuncheddu. Testimonianze che negli anni non sono mai state considerate importanti.

I tre testimoni, Utzeri, Marini, Cuccu e Zuncheddu da punti di osservazione diversi avevano raccontato di avere visto e sentito l’elicottero arrivare la sera del 2 marzo 1994 nella rada di Feraxi, dove era alla fonda una misteriosa nave portacontainer.

 

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com