EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Uno squalo elefante, a dieci metri dalla riva, nei pressi di Taranto

squalo elefante Un grosso squalo e’ stato avvistato in località “Lama” nei pressi di Taranto.

Lo squalo è stato avvistato, ieri mattina, da una motovedetta della Capitaneria di Porto a circa 10 metri dalla scogliera, ad una profondita’ di circa 2/3 metri nella costa di fronte a Taranto. L’esemplare, lungo circa tre metri e mezzo è uno “squalo elefante” (Cetorhinus Maximus Gunnerus),  ancora allo stadio giovanile, in quanto l’esemplare adulto di questa specie puo’ tranquillamente raggiungere i dieci metri di lunghezza, venendo ritenuto il pesce piu’ grande tra quelli che popolano il Mar Mediterraneo.


Questo tipo di squalo e’ assolutamente innocuo per l’essere umano, in quanto si ciba esclusivamente di piccolissimo plancton, che l’esemplare cattura filtrando l’acqua di mare attraverso la grande bocca completamente spalancata. Contrariamente al suo aspetto, lo squalo non è un predatore e non è aggressivo. Diffuso in quasi tutti i mari temperati, lo squalo elefante si trova anche nel Mar Mediterraneo, ma soprattutto nelle zone settentrionali dell’Oceano Atlantico. Nonostante i divieti vigenti in numerosi paesi, viene talvolta ancora catturato, non tanto per le sue carni, quanto per la notevole quantità di olio che può essere estratta dal suo fegato[3].  Capita con una certa frequenza che lo squalo elefante resti impigliato nelle reti da posta, per questo motivo non sono rari i ritrovamenti di carcasse di questi esemplari lungo le coste.

 L’avvistamento dello squalo elefante non e’ una novita’ per il litorale jonico, essendo in passato gia’ stato avvistato e monitorato dalle unita’ navali di questa Capitaneria di Porto mentre si trovava finanche nelle acque del Mar piccolo.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com