Salute

“Assente ingiustificato” con le “farfalle della solidarietà”

"Assente ingiustificato" con le "farfalle della solidarietà"Dire basta alle barriere architettoniche nelle scuole con un sms  e proporre l’installazione di un montascale.

Parte da oggi, fino al 31 marzo, la raccolta fondi per l’inclusione sociale e nella scuola degli alunni diversamente abili.

La campagna “Assente ingiustificato” porta l’attenzione sull’accesso e la qualita’ della vita degli studenti con disabilita’ nelle scuole. Questa Campagna è stata realizzata in collaborazione con Cittadinanzattiva, la Uildm, Unione italiana lotta alla distrofia muscolare e raccoglierà dei fondi che serviranno al finanziamento di modifiche strutturali agli edifici e all’acquisto di sussidi didattici.


Nelle piazze italiane dal 18 al 31 marzo la Uildm distribuirà, con un contributo minimo di 5 euro, la “farfalle della solidarietà”. Si tratta di un simpatico peluche ripieno di ovetti di cioccolata. Nello stesso periodo sara’ possibile sostenere l’iniziativa chiamando il numero 45508.

Attraverso la raccolta fondi si realizzera’ il finanziamento di interventi e modifiche strutturali agli edifici e l’acquisto di sussidi didattici, e una diffusa sensibilizzazione sul tema.
“Attualmente – spiega in una nota l’Uildm – in Italia entrare e circolare all’interno delle scuole per una persona con disabilita’ e’ un’impresa ancora difficile, poiche’ le barriere sono presenti pressoche’ ovunque. Come emerge dal X Rapporto Sicurezza a scuola di Cittadinanzattiva (2012), vi sono scalini all’ingresso nel 14% delle scuole monitorate, l’ascensore e’ assente nel 54% degli edifici e non funziona nel 14% di quelli che ne sono dotati; le barriere architettoniche interessano il 14% degli ingressi principali, il 18 delle mense, il 13 dei laboratori, il 12 dei cortili, l’11 delle aule e dei laboratori multimediali, l’8% delle palestre. Nel 34% delle scuole non esistono bagni per persone con disabilita’ e, dove ci sono, nel 7% dei casi presentano barriere architettoniche”.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close