EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Guardia di Finanza di Pesaro Sequestro beni di 150mln

guardia di finanzaUna maxi evasione da 150 milioni di euro è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Pesaro. Dieci le persone denunciate fra Pesaro e Salerno. La Guardia di Finanza ha anche eseguito sequestri di beni immobili e conti correnti per quasi 20 milioni di euro. Cassette di sicurezza e ingenti depositi sono stati trovati anche a San Marino.

L’organizzazione che agiva nel settore del mobile faceva capo a un noto imprenditore di Pesaro  e con lui operavano un commercialista pesarese, un avvocato salernitano con studio anche a Monza e altri sette complici, tutti indagati che ora rischiano fino a 13 anni di carcere. Attraverso una societa’ di comodo con ramificazioni a San Marino e in Tunisia, il gruppo simulava un grosso giro d’affari con l’estero per acquistare materie prime in Italia senza pagare l’Iva.


L’indagine, in codice ‘operazione Ghost Supplies’, ha interessato anche altre varie citta’ italiane (Pesaro, Urbino, Roma, Milano, Monza e Salerno).  I militari del Nucleo di Polizia tributaria hanno messo i sigilli in Italia e a San Marino a ville, appartamenti, capannoni, terreni, quote societarie, conti correnti, depositi di titoli, assicurazioni, riconducibili all’organizzazione.
Sequestrati anche 1,5 mln di euro in denaro contante e due cassette di sicurezza presso due istituti bancari della Repubblica del Titano. Periodicamente la compagna rumena di uno degli indagati, incensurata, vi andava a depositare contanti, assegni e documenti.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com