Società

Mille modi di raccontare il mondo, Premio Alberoandronico, ottimo successo

Il Presidente dell'Associazione Alberoaandronico Pino AcquafreddaNella storica sede della Protomoteca del Campidoglio, si è svolta la cerimonia di premiazione della sesta edizione del Premio nazionale “Alberoandronico”.

Il Presidente Pino Acquafredda “Partecipazione fortemente popolare, carattere intergenerazionale e internazionale, per una gara trasparente, alla ricerca della qualità. Valorizzazione della lingua italiana e dell’espressione artistica dello scatto fotografico”

Roma 15 marzo 2013: Il più giovane ne ha nove, il meno giovane è nato pochi mesi dopo il volo di Gabriele d’Annunzio su Trieste. Opere in concorso da tutte le regioni con in testa, per numero di partecipanti, Lazio, Lombardia e Toscana.Il mondo è presente con Argentina, Australia, Belgio, Cina, Francia, Germania, Grecia, India, Portogallo, Regno Unito, Russia, Senegal, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ucraina.

La Giuria, composta da critici, scrittori, giornalisti, fotografi ed esponenti del mondo della cultura, ha valutato con estrema attenzione i mille lavori proposti da 901 concorrenti. Si sono affermati Umberto Vicaretti di Lugo dei Marsi (poesia), Massimo Bombana di Milano, (sillogi), Maria Bellucci di Tarquinia (racconti), Maria Teresa Raffaele (sul tema “la strada, la casa, la città, l’ambiente: vivere e costruire il territorio), Sandra Avincola di Roma (editi), Sabrina Balbinetti (testi per una canzone), Luigi Brasili di Tivoli (sport), Valeria Bellobono di Avezzano (mare e montagna), Giuseppe Pappalardo di Catania (poesia dialettale) e Salvatore Scaduto di Partanna (fotografia). Da rimarcare anche le perfomance dell’ucraina Valentina Vinogradova per il libro “Indirizzi romani di Gogol”, della tedesca Juliane Busch e di Vittorio Stegher che ha vinto nella speciale classifica del Municipio 19 di Roma

Un riferimento di qualità ed una fucina per la cultura italiana, soprattutto quella esterna ai circuiti ufficiali. Questo è Alberoandronco, un’Associazione che basa il proprio operare esclusivamente sul volontariato e che è riuscita ad affermarsi ad alti livelli”. Così Pino Acquafredda, Presidente dell’Associazione che prosegue ”Lo spazio che abbiamo offerto è stato occupato, con entusiasmo, da tantissimi poeti, scrittori e fotografi. Sono state premiate le eccellenze ed è stato emozionante premiare giovanissimi come Valeria Maria Gallo, nata alla fine del 2003, accanto al bravissimo narratore di Trapani, Giuseppe Di Gaetano, nato il giorno in cui i giornali davano conto di accaniti combattimenti sul medio Isonzo e sul Carso”. Era il 15 novembre 1915”.

L’Associazione, che basa il suo essere e il suo operare esclusivamente sul volontariato, ha ricevuto un importante sostegno, quello del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha conferito una medaglia di rappresentanza.

Le radici del pioppo di Via Livio Andronico, albero che presta il nome all’Associazione e che si trova nel quartiere romano della Balduina, sono ben salde e s’intrecciano quindi a partecipazione e cultura. Il qualificante percorso iniziato a Monte Mario, dove si trova la sede sociale, passa per il Campidoglio e prosegue per la nuova avventura della settima edizione, aperta anche ai cortometraggi. Il nuovo bando, offerto alla partecipazione di tutti, è già disponibile sul sito www.alberoandronico.net


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close