EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Oristano e Provincia al ITB di Berlino 2013, un successo

Oristano e Provincia al ITB di Berlino 2013, un successo Importante presenza della Provincia di Oristano alla ITB Berlin 2013, la principale fiera turistica mondiale, che si è tenuta a Berlino dal 6 al 10 Marzo 2013. Un’area espositiva di 160.000 metri quadri, oltre 10 mila espositori provenienti dal 180 paesi di tutto il mondo, 172.132 visitatori nel 2012, di cui 113.000 operatori, fanno della fiera tedesca un appuntamento di grande interesse e un’ottima opportunità per far conoscere l’offerta turistica del nostro territorio.

La Provincia di Oristano era presente all’interno del Padiglione Italia, stand Sardegna con personale di lingua tedesca con comprovata e approfondita conoscenza del territorio, che ha provveduto alla divulgazione del materiale informativo istituzionale ed alla registrazione delle richieste dei visitatori.

Una presenza che tiene conto delle indicazioni degli operatori turistici provinciali, che hanno identificato la Germania quale principale mercato di interesse. Ancora oggi, infatti, sono tedeschi i turisti stranieri maggiormente presenti sul territorio provinciale, con un 26% sul totale delle presenze degli stranieri nell’anno 2012, (fonte rilevazioni statistiche Assessorato Turismo Provincia di Oristano).


«La Provincia di Oristano sta facendo quanto possibile – dice l’assessore provinciale al Turismo Gianfranco Attene – nel rispetto dei fabbisogni evidenziati dagli operatori, i veri destinatari delle politiche pubbliche di promozione turistica. In questo senso abbiamo portato avanti un approccio forse unico in Sardegna, chiedendo agli stessi operatori, attraverso un questionario, di orientare secondo le loro esigenze la linea promozionale turistica dell’assessorato».

«Purtroppo, l’incertezza del quadro istituzionale delle Province e la rilevante riduzione dei fondi per la promozione turistica da parte dell’Assessorato Regionale al Turismo non consente di attuare azioni di promozione sistematiche e continuative – dichiara ancora l’assessore Attene – tuttavia, mai come in questo periodo è necessario presidiare i mercati internazionali, seppur con i mezzi limitati dei quali si dispone».

Nel 2011 la Sardegna non è stata tra le regioni preferite dai tedeschi, tuttavia i principali tour operator tedeschi (Tui, Thomas Cook, Detour, Fti, Its ) registrano, per il 2013, un incremento sostanziale di richieste per la nostra Isola, con particolare riferimento ai viaggi con voli charter inclusi nei pacchetti turistici (fonte Adac, Destatis, sondaggio Enit), alle case vacanza e agli hotel con formula all inclusive.

I tedeschi presentano una propensione al viaggio elevata, la vacanza resta un bene di consumo irrinunciabile e nel 2011 sono stati ben 6,72 i miliardi di euro spesi in Italia. (fonte Statisches Bundesamt, Diw Deutches Institu fuer Wirtschaftsforschung, Rapporto congiunto Enit – Mae 20139). Per questo la Germania è sicuramente tra i paesi europei più interessanti dove svolgere attività di promozione e marketing turistico

Nuove proposte da parte dei tour operator anche per quanto concerne le offerte turistiche per il 2013 in Sardegna: tra queste l’abbattimento dei prezzi degli hotel di lusso, l’inserimento di hotel per ciclisti, tour in barca a vela Olbia – Siracusa, pacchetti “taylor made” (su misura), ampliamento dell’offerta vacanza a tema differenziato (gruppi sportivi, single, gay, adulti etc) – fonte sondaggio Enit.

Le indicazioni che sono emerse al desk della Provincia di Oristano riguardano essenzialmente la richiesta di prodotti ad alto potenziale di business, quali, per esempio, agriturismo di strutture di charme, offerte tematiche tutto incluso, pratica di sport nautici, circuiti interregionali tematici.

Tra le poche note negative di questa edizione della fiera, l’intervento della Cancelliera Merkel che nel discorso di apertura della ITB 2013 ha invitato i tedeschi a rimanere in Germania in occasione delle ferie 2013, al fine di far crescere l’economia locale.


«Per fortuna – commenta Attene – non sempre i tedeschi ascoltano i loro rappresentanti istituzionali e per questo speriamo che l’appello alle vacanze domestiche sia una uno dei casi di “disobbedienza turistica”»
iframe marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″ scrolling=”no” allowtransparency=”true” src=”http://srv.juiceadv.com/banner_iframe.asp?user=2149&tipo=0″ width=”468″ height=”60″>

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com