Italia

Campionati Italiani di Memoria: un successo

Campionati Italiani di Memoria: un successo I° Campionati Italiani di Memoria: una giornata all’insegna dei record!
Grande successo per la prima edizione della manifestazione internazionale organizzata da
Matteo Salvo, primo e unico istruttore certificato da Tony Buzan per l’insegnamento delle
Mappe Mentali in Italia

Se oltremanica la sua formula è già ampiamente collaudata da diversi anni, in Italia la realtà del Campionato di Memoria rappresenta un terreno ancora poco esplorato, una novità tutta da scoprire. Tuttavia, i numeri della prima edizione dei Campionati Italiani di Memoria, tenutasi sabato 23 marzo 2103 a Roma, parlano chiaro: 14 partecipanti provenienti da tutto il mondo, moltissimi nuovi record stabiliti e una buona copertura mediatica hanno dimostrato quanto l’interesse verso le discipline della memoria sia in forte crescita, non solo tra gli esperti del settore.


Grande soddisfazione tra gli organizzatori, Matteo Salvo in primis, per il debutto in Italia di questa manifestazione che all’estero vanta già una solida storia. L’alto livello dei partecipanti in gara si è tradotto in una serie incredibile di record nazionali e mondiali, come il Record Mondiale di memorizzazione di cifre binarie in 5 minuti, 930, stabilito da Ben Pridmore agli UK Open del 2008, che è stato infranto tre volte nel corso della giornata di sabato 23 marzo, prima dal norvegese Ola
Kåre Risa con 940 cifre, successivamente dallo svedese Jonas von Essen con 962 e, infine, dal tedesco Johannes Mallow con 975.
Il Campione del Mondo ha stabilito anche il nuovo record mondiale di numeri memorizzati in 15 minuti, 912, battendo il precedente primato di 819 totalizzato da Ben Pridmore nel 2008. Inoltre, Mallow ha battuto il proprio record mondiale personale, 434, nella memorizzazione di immagini astratte, arrivando a quota 440.
Vittoria di misura per il tedesco Boris Nikolai Konrad che, battendo il suo record personale di 114 parole casuali memorizzate in 5 minuti, ha superato il connazionale Simon Reinhard – fermo a quota 118 – con 119. Reinhard ha però stabilito il nuovo record tedesco memorizzando 339 carte in 10 minuti.
Buone notizie anche sul fronte italiano, hanno partecipato in totale 6 italiani, la loro presenza ai primi campionati italiani è stata una sorpresa e allo stesso tempo un onore. Accresce così l’interesse degli italiani sul tema della memoria, constatato non solo dalla partecipazione, ma anche dai risultati ottenuti. Anche se al momento, il primo italiano in carica rimane Matteo Salvo, i connazionali partecipanti hanno raggiunto ottimi risultati: Mara Brescianini e Paolo Carnicelli hanno eguagliato il record nazionale di 5 minuti nella memorizzazione di nomi e volti. Mara Bresciani ha inoltre stabilito il nuovo record italiano memorizzando 40 parole in 5 minuti. Oltre a loro, nella classifica generale gli altri italiani si sono classificati dalla nona posizione alla quattordicesima, ecco nel dettaglio la classifica italiana: Mara Bresciani 1455 punti, Marco Lombardo 1440 punti, Paolo Carnicelli 1432, Matteo Di Cianni 1373, Francesco Fisoni 1225 e Giuliano Dott. Migliarini 932.


Ottime, in generale, le performance del norvegese Ola Kåre Risa, che ha migliorato i propri record nazionali personali in ben sei discipline. Sono state 624 le cifre memorizzate in 15 minuti, un bel balzo in avanti rispetto alle 537 del precedente primato. Passando da 173 a 232, sono stati 59 le immagini astratte memorizzate in più. 940 cifre binarie in 5 minuti, 66 parole casuali in 5 minuti, 284 cifre in 5 minuti e 100 numeri pronunciati ad una velocità di uno al secondo completano il trionfale quadro dell’atleta proveniente dalla Norvegia.
Jonas Von Essen ha letteralmente frantumato il suo precedente record svedese nella memorizzazione di cifre binarie, passando da 624 a 962, e ha migliorato il primato personale di cifre memorizzate in 15 minuti, arrivando a quota 632.
Anche il francese Jerome Lacroix si è messo in evidenza stabilendo ben 2 nuovi record a livello nazionale – 110 cifre memorizzate in 15 minuti e 93 carte in 10 minuti – e migliorando il suo record francese personale memorizzando 32 parole in soli 5 minuti, 130 punti di immagini astratte in 15 minuti e carte in 99.93 secondi.
Ulteriori dettagli e statistiche sulla manifestazione e sugli atleti della memoria sono disponibili al link www.world-memory-statistics.com
Laureato in Ingegneria meccanica presso I’Università degli Studi di Genova, dal 2000 Matteo Salvo insegna Tecniche di memoria e metodologie di studio in Italia e all’estero, in lingua italiana, inglese e spagnola. Ha fondato e dirige la scuola Mind Performance, con sede a Torino, specializzata in strategie di apprendimento efficace, miglioramento e sviluppo delle risorse umane. È Master Practitioner in Programmazione Neurolinguistica e attualmente è il primo e unico istruttore in Italia certificato direttamente da Tony Buzan per l’insegnamento delle Mappe Mentali®. Dal 2008 è docente di mnemotecnica presso la Scuola Nazionale di Metodologia della Didattica dell’Accademia Italiana di Economia Aziendale e dal 2002 tiene seminari presso La Scuola Universitaria di Management di Impresa. Matteo Salvo è l’autore di tre libri dedicati alla
sua passione: Il segreto di una Memoria Prodigiosa, Mappe Mentali e Impara l’inglese in un mese.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close