Società

Imperia: allo Spazio Vuoto un week end interessante dal 5 al 7 aprile, Quartett

Oliveri, Tarasco, Carli
Oliveri, Tarasco, Carli

Dopo il primo spettacolo internazionale con Loïc Bettini e le sue fantasmagoriche marionette, che hanno stupito e divertito grandi e piccini, venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 aprile, alle 21.15, saranno i ‘padroni di casa’ Livia Carli e Gianni Oliveri della Compagnia Teatro Instabile, a calcare il palcoscenico de Lo Spazio Vuoto con ‘Quartett’, per la regia del noto e apprezzato regista, Matteo Tarasco.



Lo spettacolo unisce ‘Quartett’ scritto da Heiner Müller (Eppendorf, 1929-Berlino, 1995) nel 1982 con “Le relazioni pericolose” di Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos (Amiens, 18 ottobre 1741-Taranto, 5 settembre 1803) del 1782 e con il racconto erotico fantastico di Claude-Prosper Jolyot de Crébillon (Parigi, 1707-ivi, 1777), figlio di Prosper, detto Crébillon fils.

 

I personaggi sono gli stessi del romanzo epistolare di Laclos (la marchesa di Merteuil e il visconte di Valmont, in primis, ma anche la giovane Volanges e madame de Tourvel), affidati, però, a due soli interpreti pronti a incrociare le lame in un duello verbale senza esclusione di colpi, ma anche a scambiarsi i ruoli, accrescendo l’ambiguità di un testo che è anche uno scontro fra i due sessi. In questo atto unico, ulteriormente adattato dal regista Matteo Tarasco, i due protagonisti sono condannati a ripetere in eterno il loro gioco erotico di seduzione attraverso continue metamorfosi, divenendo, in un crudo vortice di identità perdute e ritrovate, ora carnefici, ora vittime, ora uomo, ora donna.


Uno dei temi è ammazzare il tempo: ieri la principale occupazione di un’aristocrazia al tramonto, oggi di una borghesia che ha del pari esaurito la sua funzione storica. Tutto per i due personaggi è fuggevole, essi si ritrovano a cercare di afferrare la vera essenza dell’essere umano, il vero sé, che sfugge.

 

Testo di grande attualità in una società condannata dal bisogno dell’apparire e dall’incapacità di accettare il corso naturale dell’esistenza.

 

(*) VIETATO AI MINORI

Da Heiner Müller – Crebillon Fils – de Laclos

Adattamento e drammaturgia di Matteo Tarasco

Con Livia Carli e Gianni Oliveri

Regia Matteo Tarasco

Aiuto Regia Iole Dibernardo

Produzione Lo Spazio Vuoto

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO IL 13 APRILE CON MADDALENA CRIPPA IN ‘Maddalena Crippa legge Pasolini’

 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close