Italia

La città delle Torri piange il poeta Dagnino

luttoAlbenga– Uno degli ultimi sensibili poeti ingauni si è spento ieri improvvisamente per un malore. Si tratta di Vincenzo Dagnino, 71 anni, molto noto in tutto l’albenganese soprattutto per i suoi trascorsi nella vita pubblica e politica del comprensorio ingauno. Dagnino negli ultimi anni era diventato anche un assiduo e valido protagonista della cultura cittadina, presente in tante occasioni per declamare le sue belle e malinconiche poesie.


Ora tutta la città è in lutto per la sua morte, avvenuta nel pomeriggio di sabato. Dagnino si trovava nel rinomato negozio “La Semina” in via Papa Giovanni XXIII. Improvvisamente si è accasciato a terra: inutili si sono rivelati i soccorsi, trattandosi di infarto fulminante. Era il presidente del Rione di Sant’ Eulalia del celebre Palio cittadino dei quattro rioni. Era stato molto impegnato nella vita politica cittadina: prima del Pci, poi come dirigente nel Pds, dove condivise molte battaglie con il sindaco Angioletto Viveri. Negli ultimi anni si era dedicato alla sua grande passione giovanile, la poesia ed al “Palio dei Rioni”, come feudatario del Rione Sant’Eulalia del Centro storico.

Dagnino lascia la mamma Lina, Sandra, i figli Silvia, Alessandra, Timothy, Serena ed Elisa. I funerali si terranno martedì, alle ore 15 e 30, nella chiesa Santuario del Sacro Cuore ad Albenga. La nostra redazione si unisce al dolore dei parenti e degli amici di Vincenzo.
Claudio Almanzi

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close