Esteri

Marocco: visita ufficiale di Francois Holland

Marocco: visita ufficiale di Francois HollandIl presidente francese François Hollande è per due giorni in visita ufficiale in Marocco, dove è stato ricevuto da re Mohammed VI, si incontrerà con il premier Abdelilah Benkirane e farà un discorso al Parlamento marocchino.
I due capi di Stato assisteranno alla cerimonia di firma di 29 protocolli di accordi tra il Regno del Marocco e la Repubblica francese: quattro accordi saranno sull’intervento finanziario dell’Agenzia francese dello sviluppo Afp perprogetti su scala nazionale in diversi campi; tre accordi verteranno sul programma TGV e sulla cooperazione nel settore ferroviario; tre riguarderanno l’università; due interesseranno i settori agricoli e la pesca; due riguarderanno i settori finanziari; uno parlerà di energie rinnovabili, uno di diritti della Donna ed uno di musei.
François Hollande, accompagnato da diversi ministri e di una sessantina di imprenditori, con questa visita si propone di consolidare i legami tra la Francia e il suo primo partner nel Maghreb, rimasto stabile dopo la “Primavera araba”.
“Le relazioni tra i due paesi sono molto intense. Il Marocco è un partner molto vicino e si vuole mantenere un rapporto di alto livello”, si legge in una nota dell’Eliseo. A testimonianza di tale vicinanza, basti pensare che Mohammed VI è stato il primo capo di Stato ad essere ricevuto dall’appena insediato inquilino dell’Eliseo, il 24 maggio 2012.
La visita sarà prima di tutto di carattere politico, quindi Hollande è atteso per giovedì al Parlamento marocchino per intervenire sui diversi temi di diplomazia internazionale: le “Primavere arabe”, la Siria, il processo di pace in Medio Oriente e il Mali.
Mohammed VI aveva sostenuto l’intervento militare francese in occasione della seduta del Consiglio della Cooperazione Islamica, che si era tenuta al Cairo lo scorso 6 febbraio.


In relazione alla questione del Sahara, Parigi sostiene il Piano di autonomia marocchino come “base seria e credibile” di discussione e conta su una “soluzione negoziata nella cornice delle Nazioni Unite”.
Nel campo economico la Francia intende mantenere la sua vicinanza commerciale con il Marocco: i due paesi hanno in corso legami stretti con le 750 aziende francesi operanti in Marocco, le quali impiegano 100mila persone.
Hollande incontrerà anche la comunità francese residente in Marocco e visiterà la grande moschea di Hassan II di Casablanca in compagnia di Mohamed Moussaoui, presidente del Consiglio francese per il culto musulmano, e di Joel Mergui, presidente di Consistoire israelita di Francia; a Rabat dialogherà con gli studenti dell’Università internazionale della città e saluterà i rappresentanti della società civile alla Biblioteca nazionale del Regno in cui terrà una conferenza stampa.

di Belkassem Yassine

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close