Editoriali

Milano, 21 aprile, Teatro alla Scala. Debutto di Valčuha

Milano, 21 aprile, Teatro alla Scala. Debutto di Valčuha Valčuha debutta al Piermarini con la Filarmonica della Scala

Prova Aperta a favore di Cena dell’Amicizia

Dopo le Prove Aperte dirette dai Maestri Riccardo Chailly e Valery Gergiev, il ciclo La Filarmonica della Scala incontra la città prosegue con il direttore Juraj Valčuha, al suo debutto sul palco del Piermarini. Domenica 21 aprile alle ore 20 la Filarmonica della Scala sarà guidata dal giovane Maestro slovacco in una Prova Aperta a favore di Cena dell’Amicizia, Onlus milanese che dal 1968 è al fianco delle persone emarginate, in particolare senza dimora, offrendo loro accoglienza e favorendone il reinserimento sociale.

Il programma si apre con il giovane e promettente violoncellista armeno Narek Hakhnazaryan che, accompagnato dalla Filarmonica, si esibirà nel Concerto per violoncello e orchestra in si min. op. 104 di Dvořák, composto a New York tra il 1894 e il 1895 ed eseguito per la prima volta a Londra nel marzo del 1896. Nella seconda parte il Poema sinfonico op. 20 Don Juan ela Suite da Der Rosenkavalier di Richard Strauss. Il Poema, scritto a soli ventiquattro anni – tra il 1887 e il 1888 – e ispirato al testo omonimo di NikolausLenau, mette in musica il vitalismo e il desiderio amoroso inappagato di Don Giovanni. Agli ultimi anni di vita del compositore risale invece la Suite, eseguita per la prima volta a Londra nel 1946, che trasporta in sala da concerto alcuni dei celebri valzer dell’opera andata in scena a Vienna nel 1911.

La Prova, preceduta dall’introduzione del Maestro Valčuha insieme al critico musicale Oreste Bossini, sarà l’occasione per assistere, a prezzi contenuti e in anteprima, alla messa a punto di un grande concerto e, al tempo stesso, sostenere le attività di Cena dell’Amicizia.

In particolare, i fondi raccolti serviranno a finanziare il progetto “Famiglie fragili” che ha l’obiettivo di riservare tre alloggi protetti all’accoglienza di donne sole con figli, o di piccoli nuclei familiari in condizione di precarietà. Oltre agli appartamenti, che garantiscono alle persone emarginate un certo grado di indipendenza, il progetto prevede anche attività per favorire il reinserimento sociale, il sostegno alla genitorialità, attraverso una rete di relazioni sul territorio, e l’affiancamento di uno psicologo.

Informazioni e prevendita telefonica allo 02 465.467.467 (da lunedì a venerdì – ore 10/13 e 14/17).

Biglietti per i singoli concerti da 5 a 35 euro – esclusi i diritti di prevendita.

Altre prevendite: www.vivaticket.it e www.geticket.it

Giunto alla quarta edizione La Filarmonica della Scala incontra la città è un ciclo di Prove Aperte con cui l’orchestra, grazie al Main Partner UniCredit e al sostegno di UniCredit Foundation, rinnova il tradizionale supporto nei confronti delle associazioni non profit del territorio.

Quest’anno l’iniziativa è rivolta a quattro Onlus milanesi impegnate nell’assistenza alle persone in difficoltà, che in numero crescente chiedono cure e beni di prima necessità.

L’iniziativa è realizzata anche in collaborazione con il Teatro alla Scala e i media partner Corriere della Sera-ViviMilano e LifeGate Radio. L’azienda Luigi ZainiSpA ha offerto il suo sostegno per la Prova Aperta a favore di Cena dell’Amicizia.

L’ultima Prova Aperta della ciclo 2013 è in programma per domenica 19 maggio quando il Maestro Ottavio Dantone guiderà la Filarmonica della Scala a sostegno di Pane Quotidiano.

Il programma completo dell’iniziativa è disponibile sul sito di Aragorn all’indirizzo

http://www.aragorn.it/uploaded_files/web_contents/Programma_prove_aperte_2013_def.jpg

Cena dell’Amicizia

Tel. 02 33 22 06 00

segreteria@cenadellamicizia.it

Ufficio Stampa Aragorn

Paola Gelatti – Silvia Panzarin

Tel. 02 465 467 24/52

Cell. 348 8806482; 3457434595

paolagelatti@aragorn.it – silviapanzarin@aragorn.it

CENA DELL’AMICIZIA ONLUS

Cena dell’Amicizia Onlus nasce a Milano nel 1968 come semplice gruppo informale per diventare, nel 1985, associazione di volontariato.

Da oltre quarant’anni è impegnata non solo in progetti per l’accoglienza e il reinserimento nella società delle persone gravemente emarginate, in particolare dei senza dimora, ma anche in attività di sensibilizzazione della società civile ai problemi della povertà e dell’esclusione sociale.

Grazie all’opera di circa 70 volontari, affiancati da operatori, educatori e psicologi, Cena dell’Amicizia ascolta e sostiene uomini senza dimora, persone con problemi di salute mentale e dipendenza da alcol, ex carcerati, anziani soli e indigenti.

Numerosi sono i servizi di ascolto, accoglienza e di recupero, pensati su misura per ciascuno degli Ospiti:

Cena del Martedì: incontro settimanale che si rinnova da oltre 40 anni.

Centro Notturno di Accoglienza Maschile: comunità che ospita 12 uomini senza dimora.

Centro Notturno di Accoglienza Femminile: comunità che accoglie 8 donne con un passato di grave emarginazione.

Centro di Accoglienza Diurno: spazio di sperimentazione di lavoro e socialità per 15 uomini e donne.

Appartamenti protetti: 21 minialloggi che permette di completare il percorso di reinserimento.

Spazio espositivo: “luogo” dove si possono vedere le creazioni del progetto “Artigianaltro”.

www.cenadellamicizia.it

JURAJ VALČUHA, direttore

Direttore principale dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai dal 2009, a soli trentasette anni il giovane Maestro slovacco vanta un’intensa attività in campo sinfonico e teatrale con le maggiori orchestre e sale europee. Studia composizione, direzione e cimbalom al Conservatorio di Bratislava e si perfeziona ai Conservatori di San Pietroburgo e di Parigi. Tra il 2006 e il 2010 riscuote grande successo dirigendo, tra le altre, La Bohème a Parigi e a Bologna, La voix humaine di Poulenc all’Opéra di Lione e La chute de la Maison Usher di Debussy a Parigi con l’Orchestre National de France.

Durante la scorsa stagione debutta con la Concertgebouw Orchester di Amsterdam, la WDR Sinfonie Orchester di Colonia e i Berliner Philharmoniker, mentre con l’OSN Rai realizza una tournée che include anche il Musikverein di Vienna. Dirige inoltre Boston Symphony, Cincinnati Symphony e nuovamente Pittsburgh Symphony, Orchestre de Paris, Staatskapelle Dresden, Münchner Philharmoniker e Accademia di Santa Cecilia. Nella stagione 2012/13 debutta con la New York Philharmonic, la Filarmonica della Scala e la San Francisco Symphony.

NAREK HAKHNAZARYAN, violoncello

Classe 1988, armeno, nel 2011 vince la Medaglia d’Oro al Premio Cajkovskij nella sezione violoncello. Riceve diverse borse di studio dalla Mstislav Rostropovich Foundation e si esibisce in tutto il mondo.

Dopo la vittoria del primo premio alle “Young Concert Artists International Auditions” nel 2008, esordisce alla Carnegie Hall di New York e al Kennedy Center di Washington DC. Da allora appare allo Young Concert Artists Festival di Tokyo ed è protagonista di una lunga tournée negli Stati Uniti.

Gli impegni per il 2012/13 includono i debutti con la Filarmonica di Rotterdam diretta da Gergiev al Gergiev Festival, la Filarmonica di Londra, la BBC Scottish Symphony, la Filarmonica della Scala, la Vienna Chamber Orchestra, la Filarmonica di Seoul e la Dallas Symphony. Recital e concerti sono in programma, tra l’altro, anche alla Konzerthaus di Berlino e al Concertgebouw di Amsterdam. 

Suona un violoncello David Tecchler del 1698, su gentile concessione di Valentine Saarmaa, nipote del celebre liutaio Jacques Français.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close