Salute

Nas Scandalo carne equina Un campione su cinque adulterato

nasAnche in Italia il risultato del campionamento effettuato per lo scandalo carne equina non è certo confortante. Quasi un campione sui cinque esaminati  e’ risultato adulterato dalla presenza di carne equina non indicata in etichetta.

 Le attivita’ di controllo del Ministero della Salute fanno emergere che sui 454 campioni prelevati dai Nas ben 93 risultati positivi per presenza di carne equina superiore all’ 1% per cento, che doveva invece essere dichiarata. E’ uno scandalo senza precedenti. E’ quanto afferma  la Coldiretti nel commentare i dati.


Quanto invece alla ricerca di fenilbutazone sono stati analizzati 323 campioni di muscolo equino e 51 campioni di sangue. In nessun campione è stato rinvenuto fenilbutazone ma questo non fa venir meno la gravita’ della situazione che fa rilevare la presenza di un giro di partite di carne che si spostano in tutta Europa con frodi ed inganni a danno delle imprese e dei consumatori.

Un meccanismo che – precisa la Coldiretti – rende piu’ facili le contaminazioni sia per le multinazionali che per le piccole aziende, che dovrebbero invece valutare concretamente l’opportunità di risparmiare sui trasporti per acquistare prodotti locali che offrono maggiori garanzie di qualità e sicurezza alimentare. Per evitare il ripetersi in futuro di tali emergenze e dipanare ogni dubbio sulle effettive caratteristiche del cibo che si porta a tavola occorrono – conclude la Coldiretti – interventi strutturali come l’obbligo di indicare la provenienza degli alimenti in etichetta per farla conoscere ai consumatori e scoraggiare il proliferare di passaggi che favoriscono le truffe.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close