Italia

San Paolo d’Enza Picchia e chiude in casa la moglie Diffidato

giustiziaUn uomo di san Paolo d’Enza e’ stato condannato dal Gip di Reggio Emilia al divieto di avvicinarsi alla moglie e di mettersi in contatto con lei con qualsiasi mezzo. L’uomo è stato ritenuto protagonista di maltrattamenti nei confronti della moglie, sfociati in violenze fisiche e minacce oltre che a lesinare il danaro per il cibo e a manifestare violenti eccessi di ira. I fatti culminanti che hanno portato alla condanna risalgano al Natale scorso.


In quei giorni, in un clima familiare da tempo molto teso per un rapporto di coppia ormai problematico, la donna, al rientro del coniuge dal lavoro,  gli ha riferito di voler andar via. Questa decisione ha mandato su tutte le furie l’uomo che ha perso la testa e sferrato pugni in faccia alla donna. A nulla è servito il tentativo della donna di fuggire dalla finestra del bagno. Raggiunta dal marito, è stata  colpita a calci  violentemente sulla testa e dunque  rinchiusa in camera da letto a finestre sbarrate. Il mattino dopo, la donna, approfittando dell’uscita del marito,  riusciva a dare l’allarme ed ad essere condotta da un passante in Ospedale. Lì era stata giudicata guaribile in 40 giorni per la frattura del gomito, politraumi e contusioni multiple.

L’uomo era stato per i fatti di quel giorni, era stato denunciato dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, violenza privata e sequestro di persona. Ora è giunta l’applicazione della misura restrittiva decisa dal Gip.

 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close