Economia

Sardegna: doppia preferenza di genere, il parere di IDV

idv11«L’introduzione della doppia preferenza di genere ha consentito in Campania l’ingresso in Consiglio regionale di ben 16 donne: ciò deve essere di stimolo anche per la massima assemblea della Sardegna». Lo afferma la coordinatrice Donne Idv della Provincia di Cagliari Tiziana Mori ricordando che ieri, nell’assemblea generale dell’Idv tenutasi a Santa Cristina, il partito ha ribadito l’auspicio che nella legge elettorale statutaria, il cui esame è stato sospeso dal Consiglio regionae, sia inserito il principio della doppia preferenza di genere. «Il rinnovamento della politica non può prescindere dalle donne – afferma Mori -. Per questo aderiamo con fermezza alla petizione di “Se non ora quando” per sostenere la richiesta di una maggior presenza della componente femminile nei posti apicali, in primis al Governo dell’Italia. Ma anche in Sardegna si deve fare molto, a partire dalla riforma della legge elettorale statutaria sarda di cui prossimamente dovrà riprendere l’esame in Consiglio regionale: invitiamo le donne e gli uomini sardi a sostenere questa forma di democrazia paritaria e le iniziative atte a sostenerla e realizzarla concretamente».

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close