EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tux, la regina tirolese delle nevi

cabinovia_tuxTux, nell’Austria tirolese, è una delle località sciistiche più rinomate delle Alpi, eppure in Italia non è ancora molto nota. Un ragione in più per visitare questi luoghi così diversi dalle tradizionali mete invernali italiane. Tra i motivi per visitare questa zona c’è il comprensorio Hintertux che è stato eletto miglior comprensorio sciistico su ghiaccio del mondo. Inoltre Tux è l’unica località sciistica in Austria in cui è possibile sciare tutto l’anno: ottantasei chilometri di piste in perfette condizioni nella stagione invernale e settanta chilometri in primavera.

Da qualsiasi punto del comprensorio la vista offerta dal panorama è impareggiabile, con paesaggi mozzafiato sull’intera catena delle Alpi, comprese le vicine Dolomiti. Il punto più alto del ghiacciaio Hintertux raggiunge i 3250 metri ed è raggiungibile con la funivia Gletscherbus 3, la bifune più elevata del mondo. Con una fune sospesa a 3000 metri di altezza, già la risalita in funivia è di per sé un’esperienza unica ed entusiasmante, anche per chi non è un esperto sciatore.

Tra le attrazioni del luogo si impone il Natur Eis Palast, uno spettacolo naturale ottenuto dalla conformazione insolita di un crepaccio sul ghiacciaio. Entrare nelle viscere di questo palazzo di ghiaccio e ammirarne la conformazione, in un silenzio quasi surreale, è un’esperienza molto suggestiva.cucina_tipica_tux

Una menzione di merito va concessa anche alla cucina locale, perché che siate degli sportivi o solo degli amanti della montagna, queste quote fanno sempre venire un certo appetito. Una pausa confortevole può essere consumata in uno dei gasthof o in una della baite dislocate nel comprensorio: cucina di qualità con prodotti tipici della zona a prezzi decisamente per tutte le tasche. Da assaggiare la gulaschsuppe (un’ottima zuppa di carne) e il wiener schnitzel (una sottile fetta di vitello impanata e fritta nello strutto o nel burro), servito solitamente con un’insalata di patate.

Lo snowpark, invece, è in grado di soddisfare adeguatamente tutti gli appassionati del free-style, mentre per gli amanti dello sci di fondo non mancano piste dedicate che si estendono nei boschi della zona. E per finire l’après-ski: dopo una giornata sulla neve, si arriva ai bar del paese che dalle quattro del pomeriggio in poi (alcuni fino a notte fonda) sono affollati di sciatori con ancora molte energie da spendere.

Tra una birra e l’altra, ballando o chiacchierando, sarà impossibile non trascorrere qualche ora di allegria e divertimento anche fuori dalle piste.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION