Italia

Carolina Picchio Otto ragazzi minorenni indagati

Accusati a vario titolo di istigazione al suicidio e detenzione di materiale pedopornografico. Le indagini sono state avviate dopo il suicidio di Carolina Picchio, la studentessa di Novara.

Otto ragazzi, tutti minorenni, sarebbero stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura dei minori di Torino per la morte di Carolina Picchio, la ragazza di 14 anni che il 5 gennaio scorso si era uccisa buttandosi dalla finestra di casa sua a Novara in cui viveva con il padre. A quanto si apprende i ragazzini sarebbero accusati a vario titolo di istigazione al suicidio e detenzione di materiale pedopornografico. Il caso aveva provocato una forte risonanza mediatica per il rilievo dato alla vicenda sui social network (soprattutto Facebook e Twitter) e per le accuse di bullismo e di ‘cyberbullismo’ che erano state rivolte ad alcuni coetanei che avevano insultato la ragazza.

Si tratterebbe, di un atto reso necessario per un approfondimento delle indagini, che sono coordinate dal pm Valentina Sellaroli. All’origine del gesto, secondo quanto si era appreso dalle voci dei ragazzi, ci sarebbero state le derisioni e gli insulti, anche sul profilo Facebook della giovane, da parte di alcuni conoscenti, in seguito a quanto avvenuto durante una festa. La ragazza era stata sepolta il 9 gennaio a Oleggio, alla presenza dei familiari e di moltissimi compagni e amici, che avevano esposto uno striscione con la scritta Sei l’angelo piu’ bello”. Un mese dopo la ragazza era stata ricordata con una fiaccolata nelle vie del centro di Novara.

rolina picchio

foto leggo.it
foto leggo.it

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close