Scienze e Tecnologia

“Esplosione lunare” Una roccia impatta con la Luna

"Esplosione lunare” Una roccia impatta con la LunaEsplosione sulla Luna il 17 marzo 2013, quando un oggetto ha colpito il Mare Imbrium, esplodendo e producendo un flash 10 volte più brillante di tutti quelli visti fino ad ora.

E’ stata questa la più grande “esplosione lunare” degli ultimi otto anni registrati dalla Nasa. Gli astronomi credono che si possa trattare di una roccia di circa 40 chili con un diametro di circa 40-50 centimetri, giunta sulla Luna ad una velocità di circa 56 mila miglia orarie, causando un’esplosione pari a quella di 5 tonnellate di TNT.

L’ enorme meteorite abbattutosi sul Mar Imbrium, il secondo mare più grande del nostro Satellite, si è presentato con una luminosità così intensa tanto da permettere la sua vista ad occhio nudo senza la necessità di utilizzare binocoli o telescopi. Proprio questo fenomeno coincide con tantissime segnalazioni di numerose palle di fuoco segnalate proprio dalla Terra ed in diverse nazioni del nostro Pianeta.

In sè l’accaduto non è per nulla eccezionale: meteoriti generalmente di piccole dimensioni impattano con relativa frequenza la superficie lunare, ma questa volta l’evento è stato il piu’ violento fin’ora osservato. Inoltre studiare gli impatti ha rilevanza soprattutto per la valutazione del rischio nella realizzazione di future basi spaziali sulla Luna.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close