Italia

Lite di condominio a Salerno finisce a coltellate Gravi padre e figlio

coltello_insanguinatoIl presunto responsabile sarebbe un giovane di 23 anni. In prognosi riservata il giovane accoltellato portato all’ospedale «Ruggi d’Aragona» per ferite all’addome, al torace e alle braccia.

 Una finestra aperta nella tromba delle scale ha scatenato una lite, la scorsa notte all’interno di un condominio nel rione di Sant’Eustachio, in via Cupa Parisi alla periferia di Salerno. Diverse persone dopo aver litigato sono passate alle vie di fatto e due uomini, padre, 65enne e figlio, 33enne, sono stati accoltellati. Responsabile dell’accoltellamento sarebbe un incensurato di 23 anni, A.F.,  che li ha colpiti con violenza padre e figlio. Entrambi sono stati portati all’ospedale Ruggi D’Aragona. Dopo il ricovero sono stati sottoposti a intervento chirurgico.  Sul posto sono arrivate le volanti dell’ufficio di prevenzione generale della Questura che hanno avviato le indagini.

 Dopo una notte di interrogatori, gli agenti della Squadra mobile sono riusciti a risalire all’identita’ del feritore. L’uomo e’ accusato di duplice tentato omicidio ed e’ stato condotto presso il carcere di Fuorni. Ci sarebbero almeno altre 6  persone sospettate di essere coinvolte nella vicenda e interrogate dagli investigatori.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close