Italia

Cinquefrondi: ecco i nomi di tutti i fermati

carabinieri-arrestoCinquefrondi. Nella mattinata sono state consegnate 5 Ordinanze di Custodia Cautelare in Carcere a carico di:

BRUZZESE Giuseppe, nato a Cinquefrondi (RC) il 26.04.1992;
FOSSARI Vincenzo, nato a Melicucco (RC) il 29.05.1964;
FOSSARI Pasquale, nato a Melicucco (RC) il 14.04.1969;
FOSSARI Bruno, nato a Taurianova (RC) il 03.03.1971;
VECCHIE’ Salvatore, nato a Cinquefrondi (RC) il 16.12.1986.

All’esecuzione del fermo si è sottratto Rocco Francesco  IERANO’ Rocco Francesco, nato a Cinquefrondi (RC) il 25.08.1972 ad oggi ricercato

Nei fatti  IERANO’ e BRUZZESE sarebbero accusati di essere gli autori materiali dell’omicidio di Francesco FOSSARI, avvenuto il 2 agosto del 2011 nei pressi del cimitero di Melicucco,  ma anche di  porto e detenzione illegale di armi.

Mentre Fossari Vincenzo e Fossari Pasquale insieme a Salvatore Vecchiè sarebbero i mandanti del tentato omicidio di IERANO’ Rocco Francesco, avvenuto a Cinquefrondi il 25 luglio 2012, in risposta all’assassinio del loro congiunto.

Una sorta di faida quella in cui i fermati sarebbero i principali attori.

Secondo quanto investigato dalle forze dell’ordine Bruzzese e Ieranò avrebbero  incrociato la macchina di Fossari I all’altezza del cimitero di Melicucco e lo avrebebro ucciso.

Il movente sarebbe  da trovare in una relazione extraconiugale   che la vittima intratteneva con la sorella Antonella; sicché appare evidente come si tratti di un delitto dettato dalla necessità di ripristinare l’“onorabilità” della famiglia.

Le indagini si sono svolte anche attraverso il monitoraggio dell’attività di tutti gli indagati, ed è in base a quanto investigato che è nuovamente emerso il ruolo di Ieranò che sarebbe considerato elemento di spicco della criminalità di Cinquefrondi, già vicino alle cosche storiche dei FORIGLIO – PETULLÀ, aveva di recente acquisito un rilevante potere nel centro pianigiano, mettendosi a capo di un gruppo criminale di cui BRUZZESE Giuseppe era sodale a tutti gli effetti.

Il tentato omicidio di IERANO’ Rocco Francesco, avvenuto il 25 luglio 2012, è da ricondurre alla ritorsione della famiglia FOSSARI per l’omicidio del congiunto Francesco, atteso che IERANO’ era l’altro killer al fianco di BRUZZESE Giuseppe.
Questa tesi ha trovato ulteriore riscontro in alcune dichiarazioni rese da due collaboratori di giustizia. Il tentato omicidio avvenne in Via Vittorio Veneto di Cinquefrondi (RC), allorché l’uomo venne fatto segno di diversi colpi d’arma da fuoco, due dei quali (calibro 9X21) lo attingevano all’inguine ed al torace, senza riuscirne a cagionare la morte.
Terminate le formalità di rito, gli arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Palmi, a disposizione dell’Autorità giudiziaria procedente.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close