Editoriali

Daniele Virgutto ed il figlio Giancarlo in manette Rapinarono la Bcc di Bellocchi

Daniele Virgutto ed il figlio Giancarlo in manette Rapinarono la Bcc di BellocchiArrestati stamane dai carabinieri di Pesaro Daniele Virgutto48 anni ed il figlio Giancarlo,23 anni, residenti a Fiano Romano. I due sono ritenuti responsabili di una rapina compiuta nel settembre 2011 a Fano, ai danni di un istituto di credito. Su padre e figlio pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Pesaro, Raffaele Cormio.   Secondo l’accusa, i due fecero irruzione in banca armati di taglierino e, dopo aver minacciato le persone presenti, riuscirono a fuggire con circa 15 mila euro.

A smascherare i due, figlio e nipote di Giancarlo Vigutto, componente della banda della Magliana, anche un tatuaggio sul collo di Giancarlo Niccolò Virgulto, ripreso dalle telecamere di sorveglianza. Le misure cautelari relative alla rapina di Fano sono state eseguite, infatti, a Massa Carrara, dove era detenuto Giancarlo Virgutto, e a Roma, dove il padre Daniele e’ agli arresti domiciliari, presso una comunita’ terapeutica.

 Entrambi erano ampiamente noti alle forze dell’ordine e non solo per la stretta parentela con l’ex della banda della Magliana. Daniele Virgutto, 48 anni, e’ considerato dagli inquirenti come un vero e proprio rapinatore seriale: era stato arrestato nel pesarese nel gennaio 2009, subito dopo aver rapinato la filiale di Urbania della Banca Popolare di Ancona.
Nel settembre 2011, sempre padre e figlio, rapinarono a Modena la Banca di San Geminiano e San Prospero.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close