EditorialiItalia

Ercolano Fioraio si dà fuoco nell’ufficio del sindaco, poi si lancia dalla finestra Antonio Formicola è morto poco dopo il ricovero

polizia1Si e’ cosparso di benzina e si e’ dato fuoco nella stanza del sindaco, buttandosi poi dalla finestra. Antonio Formicola è morto poco dopo il ricovero

Tragedia questa mattina  a Ercolano, in provincia di Napoli. Un commerciante di fiori, Antonio Formicola, 40 anni,  per protestare contro un divieto di sosta davanti al suo negozio si e’ recato in Comune. Una volta entrato nell’ufficio del sindaco, Vincenzo Strazzullo, dopo avere fatto uscire i presenti minacciandoli con un coltello, si è cosparso di liquido infiammabile e si è dato fuoco. Infine si è lanciato dalla finestra. In strada qualcuno, per aiutare a  spegnere quella che era ormai una torcia umana, ha lanciato un estintore che pero’ ha colpito un passate.

Immediato l’arrivo della polizia.

Antonio Formicola, che avrebbe dei precedenti, è stato trasportato in gravi condizioni al Reparto Grandi Ustionati dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, dove è morto poco dopo il ricovero. Anche la persona colpita dall’estintore  è stata costretta alle cure mediche per le ferite riportate ed è stata trasportata al Loreto Mare di Napoli.

Nel piazzale antistante il comune di Ercolano si è radunata una folla di circa 400 persone, secondo quanto si è apprende, si tratterebbe prevalentemente di commercianti che hanno i loro negozi nei pressi della sede comunale. Molti gli esercizi  che hanno abbassato le saracinesche in segno di protesta.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close