Italia

Famiglia Ascone di Rosarno 23 arreti nel reggino

carabinieri antimafiaLe famiglie Pesce e Bellocco sono i due poli attorno ai quali ruotano le altre famiglie ‘ndranghetiste del territorio calabrese. Gli arrestati, appartenenti alla famiglia Ascone, dovranno rispondere di associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti e di armi da fuoco anche da guerra, intestazione fittizia di beni, riciclaggio e favoreggiamento di latitanti.

Eseguiti stamane, dall‘Antimafia in Calabria, 23 arresti tra affiliati dei clan Pesce e Bellocco  nell’operazione ‘All Inside 3′ blitz che fa seguito . “All Inside 1” e “All Inside 2” . Nelle indagini e’ emerso che le famiglie Pesce e Bellocco, operative a Rosarno e nelle zone limitrofe, sono i due poli attorno ai quali ruotano le altre famiglie ‘ndranghetiste del territorio. I poli non sono contrapposti tra loro, dal momento che “ognuno dei due sodalizi – spiegano gli investigatori – costituisce baricentro di interessi di tipo economico e criminale; anche in presenza di sovrapposizione di interessi, le due articolazioni territoriali della ‘ndrangheta si sono adoperate per evitare che si creassero fratture e sono anzi intervenute per ricomporre gli attriti creatisi tra le cosche satellite”.

E’ il caso degli Ascone, legati ai Bellocco, i quali hanno subito in passato azioni di fuoco a opera dei Pesce. Le indagini hanno consentito di contestare agli indagati, appartenenti alla cosca Ascone, il reato di associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti e di armi da fuoco anche da guerra, intestazione fittizia di beni, riciclaggio e favoreggiamento di latitanti.

  .

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy