Economia

Sardegna continuità territoriale CNA FITA incontro col Ministro Lupi

Roma, CNA FITA partecipa all’incontro col Ministro Lupi “Salvaguardiamo l’economia isolana: il diritto della continuità territoriale è essenziale per il PIL del Paese”“Salvaguardiamo l’economia isolana: il diritto della continuità territoriale è essenziale per il PIL del Paese”

“Si ridiscutano i termini della Convenzione tra Ministero, Regione Sardegna e Tirrenia CIN considerando i costi massimi: c’è tempo entro il 19 luglio”

Roma – 12 giugno 2013

La CNA FITA nell’incontro sulle problematiche del trasporto marittimo convocato dal Ministro Lupi, ha ribadito quanto già messo in campo a tutela dell’autotrasporto e dell’economia sarda.


Una denuncia/esposto all’Antitrust contro il caro traghetti che fece lievitare i costi per i biglietti dell’85% con punte, per alcune tratte, del 150%, presentata fin dal luglio 2011; l’incontro con Morace a gennaio 2013 a seguito del primo folle aumento tariffario e dell’azzeramento degli sconti preferenziali per gli operatori; la richiesta avanzata più volte alla Regione Sardegna di pretendere una ridefinizione degli oneri di servizio pubblico che regolano la Convenzione sulla continuità territoriale, a reale tutela della mobilità di merci e persone in Sardegna.

“Ben venga la proposta avanzata di sospendere il caro traghetti intervenuto a giugno e congelare le tariffe, ma è solo una boccata d’ossigeno. Il nodo cruciale è quello di rivisitare l’intera Convenzione in relazione a quelle che sono le reali esigenze logistiche della Regione e anche alla luce dei costi massimi, non sopportabili per l’economia isolana e che penalizzano l’anello debole dei piccoli trasportatori, che non possono ribaltare con lo stesso automatismo degli armatori il costante ed imprevedibile rincaro”.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close