EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Sclerosi Multipla: secondo uno studio l’esposizione al sole riduce stanchezza e depressione

coverE’ stato pubblicato sulla rivista scientifica Acta Neurologica Scandinavica uno studio olandese intitolato “Livelli più elevati di esposizione al sole, e non lo stato della vitamina D, sono associati con minori sintomi depressivi e di stanchezza nella sclerosi multipla“.

Secondo alcuni ricercatori dell’Università di Maastricht un’insufficiente esposizione al sole e una carenza di vitamina D sono stati entrambi associati ad un aumentato rischio di sclerosi multipla (SM). Depressione, ansia, stanchezza e disturbi cognitivi sono i sintomi prevalenti ed invalidanti nella SM. Il loro obiettivo era quello di esaminare le associazioni tra l’esposizione personale al sole ed i livelli sierici di 25-idrossivitamina D (25 (OH) D), con la depressione, l’ansia, la stanchezza e la cognizione.


Sono stati osservati prospettivamente un totale di 198 partecipanti con sclerosi multipla per una media di 2,3 anni. Le valutazioni dei livelli sierici di vitamina D 25 (OH), l’esposizione al sole, la depressione, l’ansia e la fatica sono stati valutati ogni due anni, la cognizione è stata valutata annualmente.

L’esposizione personale al sole è risultata inversamente associata con i punteggi di depressione (β -0.26 (IC 95%: -0.40, -0.12), p ≤ 0,001) ed i punteggi della stanchezza (β -0.65 (IC 95%: -1.23, -0.07), p = 0.028 ). Solo gli alti livelli di  vitamina D 25 (OH) (> 80 nm) sono stati inversamente associati ai punteggi di depressione (β -0,64 (95% CI -1.15, -0.13), P = 0.015), ma questo non era significativo dopo un aggiustamento con l’esposizione al sole. Non sono state osservate associazioni tra l’esposizione al sole o i livelli sierici di vitamina D 25 (OH) ed i punteggi di ansia o cognizione.

Al termine dello studio, secondo gli autori, è stato osservato che livelli più elevati di esposizione al sole, piuttosto che di livelli di vitamina D 25 (OH), erano associati con minori sintomi depressivi e di stanchezza. Il ruolo della terapia UV o della luce avrà bisogno di essere valutato in studi randomizzati e controllati per confermare un effetto su questi sintomi nella SM.

Fonte: http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/ane.12155/abstract;jsessionid=F2BE903125C301EEA7B29E297C3DBA26.d04t01

COMMENTO:

Questo è uno studio molto interessante che meriterebbe di essere approfondito ma purtroppo il sole non è brevettabile dalle case farmaceutiche e dunque porta pochi profitti…


About the author

Alessandro Rasman, 48 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com