Speciale Maturità

Tema maturità 2013 I paesi in via di sviluppo

22_SOM_200811_WFP-Guled_Mohamed_0040_WEBLa maggior parte degli affamati del mondo vive nei paesi in via di sviluppo. Secondo le ultime statistiche della FAO, ci sono 870 milioni di affamati nel mondo, dei quali il 98% vive nei paesi in via di sviluppo. La distribuzione nei continenti è la seguente.

La nascita del concetto di sviluppo (e conseguentemente della nozione di sottosviluppo e della logica della cooperazione internazionale) si colloca al 20 gennaio 1949. Quel giorno il presidente americano Truman tenne al Congresso un discorso fondamentale che, secondo molti studiosi, segnò l’inizio dell’era della cooperazione allo sviluppo. La seconda guerra mondiale si era da poco conclusa ed il presidente americano disegnò con lucidità l’orizzonte della nuova frontiera dell’Occidente e degli USA in particolare. Dopo aver definito “sottosviluppati” un numero enorme di paesi, Truman affidò agli Stati “sviluppati” il compito di “operare per lo sviluppo” definendone chiaramente gli strumenti.

Truman, mascherando l’interesse con la magnanimità, non esitò ad annunciare un programma di aiuto tecnico che avrebbe dovuto “eliminare le sofferenze di questi popoli con attività industriali ed un più alto standard di vita”. Da allora il mondo è sensibilmente cambiato, ma lo scenario dei paesi in via di sviluppo è rimasto immutato.


Oggi i dati parlano chiaro: un miliardo di persone non ha ancora accesso alla sanità ed educazione di base, all’acqua potabile e ad un’adeguata alimentazione. Stime condotte dalla Banca Mondiale indicano che 1,2 miliardi di persone vivevano nel 1987 al di sotto di una linea di povertà equivalente a un dollaro al giorno; nel 1993, questo numero era salito a 1,3 miliardi.

 I Paesi in via di sviluppo rappresentano un gruppo molto eterogeneo

  • oltre ai Paesi meno sviluppati (least developed countries, LDC),
  • anche economie emergenti come quelle della Cina, dell’India o del Brasile,
  • i cosiddetti Paesi in via di sviluppo avanzati come il Messico, la Corea del Sud o il Sudafrica

  • e tutti gli Stati che si trovano in diversi stadi di sviluppo.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close