Italia

Dario Lombardo è la vittima italiana tra i 78 morti dell’incidente ferroviario a Santiago di Compostela

Dario Lombardo è la vittima italiana tra i 78 morti dell'incidente ferroviario a Santiago di Compostela
foto ansa

Si chiama Dario Lombardo la vittima italiana tra i 78 morti dell’incidente ferroviario a Santiago di Compostela, in Soagna. A confermarlo La Farnesina così come il  sindaco del paese , Fabio Di Cara, dove il giovane abitava con nonni e alcuni zii.

Dario Lombardo, 25 anni, di Forza d’Agrò, provincia di Messina, si trovava su quel treno  perché aveva perso un volo. Il suo corpo martoriato è stato tra gli ultimi a essere identificat0.Per i suoi genitori, arrivati in Spagna, è stato il giorno dell’angosciante attesa, come quella di tutti i familiari che fuori dall’istituto di medicina legale, hanno aspettato sotto la pioggia, ciò che non avrebbero voluto mai sentire. Finora sono stati identificati 72 dei 78 corpi.

Sulle dieci carrozze del convoglio viaggiavano 218 passeggeri e due macchinisti, oltre l’equipaggio, diretti a Santiago dove oggi era previsto il primo dei sette giorni di festa in onore dell’apostolo San Giacomo. Pendolari, turisti, fedeli, partiti alle 15 dalla stazione madrilena di Chamartin e diretti a uno dei centri più frequentati del turismo religioso cattolico. Per tutti era un treno “assolutamente sicuro”, come garantisce la pubblicità delle ferrovie spagnole per i tratti dell’AVE.

Invece, dopo un lungo rettilineo, percorso a 250 chilometri orari, un tunnel e, subito dopo, una curva a sinistra “chiusa”. Il treno andava troppo veloce e lo conferma lo stesso macchinista miracolosamente illeso, che poco prima del deragliamento dice di imboccare la curva a 190 chilometri orari invece che ad ottanta.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close