SaluteSocietà

I primogeniti sono più intelligenti? Ecco il perchè

11111111111111111111111

Ti sei sentito sempre un pò inferiore, culturalmente parlando, di tuo fratello maggiore? Una ragione c’è e la scienza ce la spiega così.

Un ricercatore dell’Università di Oslo ha analizzato i test d’intelligenza di ben 250 maschi, tra i 18 ed i 20 anni ed ha appurato che il QI diminuiva in quei ragazzi che non erano primogeniti. Quindi si può dedurre che i figli nati per secondi e così via sono meno intelligenti? Il ricercatore norvegese afferma che non è proprio così. Difatti la responsabilità di tale discrepanza si deve ai genitori, i quali, generalmente, tendono a dedicare maggior tempo e maggiori investimenti, nella cultura dei primi nati.

Quindi cos’è a fare la differenza? E’ proprio quella di essere educati da primogeniti! Difatti in figli nati per secondi a cui è stata però data la stessa attenzione e la stessa cura di un primogenito, si evidenziano le stesse caratteristiche intellettive dei nati per primi. La differenza del QI aumenta nelle famiglie numerose.

Ma, come si suol dire, c’è sempre una eccezione alla regole e questa eccezione si chiama Georgia. Ultima di 5 figli, ha un QI pari se non superiore a quello di Stephen Hawking. A due anni sapeva già leggere a far di conto e stava imparando un’altra lingua.  Nel suo caso grande importanza hanno avuto le attenzioni dei fratelli maggiori, i quali hanno sopperito le disattenzioni dei genitori.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close