EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Mogoro, parte Dromos con Costantino Cinaski

Carmen Souza

Carmen Souza

Si parte con Vincenzo Costantino Cinaski (ore 20), 

in serata (ore 22) il via alla musica con Carmen Souza.

E domenica tocca al cubano Roberto Fonseca.

 

*

 

Tutti ai blocchi di partenza: si mette in moto la carovana della quindicesima edizione di DromosIl festival organizzato dall’omonima associazione culturale inizia il suo lungo percorso a Mogoro (OR), con un fine settimana nel segno della poesia e della musica. Sabato sera (27 luglio) si parte con un doppio appuntamento, con Cinaski e col concerto di Carmen Souzadomenica (28) spazio al pianista cubano Roberto Fonseca. Un grande inizio per un cartellone che anche quest’anno è unito da un fil rouge ispiratore: Krísis“, tema a cui accostarsi tornando ad uno dei significati che il termine ha nell’etimologia greca, inteso come cambiamento che può presagire un futuro non per forza negativo e, anzi, addirittura migliore. Per il secondo anno consecutivo Dromos avvia il suo itinerario dal paese della Marmilla, in corrispondenza con l’inaugurazione della “Fiera del Tappeto e dell’Artigianato Artistico della Sardegna”, la manifestazione organizzata dal Comune, quest’anno alla sua cinquantaduesima edizione.

 

 

Musica e parole danno sostanza al primo appuntamento di sabato (27): alle 20, in piazza Giovanni XXIII, è protagonista Vincenzo Costantino, il poeta narratore e reader che molti conoscono semplicemente come CinaskiAccompagnato da Mell Morcone al pianoforte, darà vita a un recital-concerto di suoi inediti e canzoni in cui la poesia si emancipa dalla pagina scritta. Autore delle poesie raccolte in Chi è senza peccato… (Marcos y Marcos, 2010) e di un disco di poesia-canzone, Smoke  parole senza filtro (Gibilterra, 2012) inauguraTempo creativo, la rassegna di incontri letterari dedicata a esplorare il tema della creatività come antidoto alla crisi culturale e di pensiero che stiamo attraversando, curata dall’associazione Luna Scarlatta all’interno del Dromos Festival.

 

 

Per il primo concerto dell’edizione 2013 Dromos attinge alla raffinata miscela di jazz, musica afro-latina, ritmi dell’Africa e di Capo Verde diCarmen Souza, in concerto sempre sabato (27), alle 22, nella piazza del Carmine. Nata nel 1981 a Lisbona da una famiglia di origine capoverdiana, da tempo trapiantata a Londra, Carmen Souza sarà alla testa della sua band – Theo Pas’cal (basso), Elias Kacomanolis (batteria e percussioni) e Ben Burrell (piano) – in un concerto sulle tracce del suo ultimo album, Kachupada. Il titolo dell’opera allude espressamente alla Cachupa, piatto tipico nazionale capoverdiano, consumato in famiglia e con amici che si riuniscono per mangiare, all’insegna di una dimensione informale, gioiosa e di festa. È lo stesso clima dei brani originali e di alcuni standard riletti dall’artista con leggerezza.

 

 

L’indomani, domenica (28 luglio) alle 22 in piazza del Carmine si festeggia il ritorno sul palco di Dromos di Roberto Fonseca. Già protagonista di uno spettacolare concerto nel 2009, il pianista e cantante dell’Avana è uno dei musicisti più talentuosi e carismatici del jazz contemporaneo di Cuba. Alla testa della sua band – Joel Hierrezuelo (percussioni e cori), Jorge Chicoy (chitarra elettrica), Ramsés Rodríguez (batteria), Yandi Martínez (basso), Cherif Soumano (kora e tama) – presenta a Mogoro il suo ultimo album, Yo.

 

 

Lunedì 29 luglio il festival si sposta a Oristano per l’inaugurazione (taglio del nastro alle 19) delle due mostre – curate dal critico Ivo Serafino Fenu – a cui Dromos affida, come da tradizione, la missione di generare le suggestioni intorno al tema su cui fa perno l’intero cartellone. Ecco così due allestimenti prodotti e ospitati dalla Pinacoteca Comunale “Carlo Contini”: “Rosso Wagner e altre crisi”, una personale del pittore Salvatore Garau, e “Mattatoio”, mostra fotografica di Gianluca Vassallo.

 

 

Da martedì prossimo (30 luglio) fino al 16 agosto Dromos sfoglierà i suoi ulteriori, attesi appuntamenti musicali. Si riparte con Paolo Fresu e Uri Caine in duo il 31 a Baratili San Pietro; a Oristano sono invece attesi Stefano Bollani (preceduto sul palco dalla cantante cagliaritana Ilaria Porceddu), Al Jarreau e il trombettista norvegese Nils Petter Molvaer, rispettivamente il primo, il 2 e il 3 agosto. Sarà poi il turno del cantautore brasiliano Lucas Santtana a Uras il 4 agosto, e del gruppo cagliaritano L’Armeria dei briganti, che il 5 agosto a Nurachi aggiunge un concerto sulle tracce dell’album appena uscito “Il complesso di R.” alla partecipazione allo spettacolo di Aldo Tanchis “E vedrà che la crisi passerà”, con Alessandro Melis. La conclusione della prima tranche del cartellone di Dromos è nel segno diRaphael Gualazzi, protagonista il 10 agosto nello splendido scenario di Tharros, la preziosa area archeologica nel comune di Cabras.

 

 

Tutti a Oristano, invece i prossimi appuntamenti letterari di Tempo Creativo: ospiti Simone Lenzi (il 29 luglio), Antonio Pascale (martedì 30) e Nada Malanima, o più semplicemente Nada (il 6 agosto).

 

 

Skip “Little Axe” Mc Donald & Alan Glen a Villanova Truschedu l’11 agosto, i dodici artisti e/o band dello Zuradili Blues Contest, in programma a Marrubiu il 12, la Treves Blues Band & Guitar Ray a Villa Verde il 13, sono infine i protagonisti delle tre serate di anteprima di “Mamma Blues”, che dal 14 al 16 agosto pianta le tende nella sua sede abituale, Nureci, con Fabio Treves & Kid Gariazzo, Guitar Ray & Gab D, Paolo Bonfanti a curare un ciclo di incontri sulla storia del Blues, Guitar Ray & The Gamblers, Los Gatos Bizcos e Bo Weavil ad animare le serate musicali.

 

 

biglietti per tutti i concerti si possono acquistare nei vari punti vendita del circuito Box Office Sardegna. Il prezzo varia dai 25 euro per il concerto di Al Jarreau, ai 20 per Stefano Bollani, dai 12 per Raphael Gualazzi ai 10 per Nils Petter Molvaer, ai 5 per Carmen Souza, Roberto Fonseca, Paolo Fresu & Uri Caine, oltre che per le tre serate di Mamma Blues a Nureci. Tutti gli altri appuntamenti sono a ingresso gratuito. Per i concerti di Bollani, Jarreau e Molvaer è previsto un abbonamento al costo di 40 euro. Sconti del 30 per cento per under 18, over 65 e possessori di Carta Giovani.

 

 

Il quindicesimo Dromos Festival è organizzato con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato dello Spettacolo e Attività Culturali e Assessorato del Turismo), dell’agenzia regionale Sardegna Turismo, della Fondazione Banco di Sardegna, dellaBanca di Sassari, dei Comuni di Oristano, Baratili San Pietro, Cabras, Marrubiu, Mogoro, Nurachi, Nureci, Uras, Villanova Truschedu e Villa Verde, di Mistral Due Hotel e delle Cantine Contini.

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com