Editoriali

Bambini Cardiopatici: sms solidale dal 2 al 15 settembre. 45506

Annuncio Stampa-associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo8 missioni operatorie chirurgiche in 4 Paesi del Sud del Mondo per visitare 2000 bambini cardiopatici e salvare loro la vita

7 mesi di tempo, 8 missioni operatorie cardiochirurgiche da realizzare in 7 giorni l’una, 4 Paesi del Sud del Mondo, 250 bambini cardiopatici da visitare in ogni missione.

Questi i numeri del prossimo progetto dell’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo – A.I.C.I. Onlus, che partirà a settembre 2013 e che prevede il termine ad aprile 2014 per organizzare nel complesso 8 missioni operatorie cardiochirurgiche in 4 Paesi: Kurdistan Iracheno (3 missioni presso l’Azadi Heart Center di Duhok), Egitto (2 missioni presso il Police Hospital del Cairo), Camerun (2 missioni presso il Cardiac Center di Shisong) ed Etiopia (1 missione presso il Children Cardiac Center di Addis Abeba).
Le missioni salva-vita sono gestite da equipe mediche composte da diverse professionalità (il gruppo varia da 9 a 18 professionisti tra cardiologi interventisti, cardiochirurghi, perfusionisti, anestesisti rianimatori, infermiere di terapia intensiva e di sala operatoria).


Durante ogni missione, che dura mediamente 7 giorni, l’equipe medica si occupa di visitare circa 250 bambini, effettuare le diagnosi e identificare le relative cure e operare i 10 casi più gravi. Le 8 missioni si pongono quindi l’obiettivo di visitare nel complesso 2.000 di bambini cardiopatici.

Nell’ambito di questo progetto – e proprio in occasione del suo ventennale – l’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo promuove una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per sostenere queste missioni. L’intera campagna di comunicazione è stata realizzata pro bono da Wellcare, agenzia di Marketing & Communication fondata da Giovanni Borroni.
Dal 2 al 15 settembre è possibile quindi donare 2 euro inviando un SMS o chiamando il numero 45506.

www.bambinicardiopatici.it

Numero di SMS solidale: 45506.
Periodo: dal 2 al 15 settembre 2013.
Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca. Sarà di 2 euro anche per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TeleTu e TWT.

Nel mondo ci sono più di 5 milioni di bambini malati di cuore.

Ogni anno ne nascono 1.000.000, di cui 800.000 non hanno speranza di vita perché nati in Paesi poveri, privi di medici e strutture ospedaliere adeguate.

L’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo – A.I.C.I. Onlus è stata fondata nel 1993 con il supporto volontario dei più affermati cardiochirurghi e specialisti, guidati dal Prof. Alessandro Frigiola e dalla Prof.ssa Silvia Cirri. Oggi si avvale di oltre 150 volontari provenienti da tutto il mondo e organizza periodicamente missioni di speranza e progetti di sviluppo in grado di salvare la vita a molti bambini.

Ogni missione si svolge con la partenza di una equipe specializzata che spesso porta con sé parte dei materiali sanitari necessari (strumenti chirurgici, medicinali, protesi cardiache, etc.). Nei Paesi in via di Sviluppo i medici si appoggiano alle strutture locali, visitano i bambini e identificano quelli da operare subito. Nei 5 giorni della missione vengono fatte le analisi e le diagnosi a circa 250 bambini, se ne operano 2 al giorno mentre gli altri vengono curati e assistiti per quanto è possibile.


L’Associazione, oltre a intervenire sul campo e operare direttamente, partecipa alla costruzione di ‘Ospedali della Speranza’ (ovvero di centri specializzati per le cardiopatie congenite), fornisce strumentazione scientifica e forma i cardiologi e i cardiochirughi pediatri locali. In questo modo i progetti, oltre a dare un futuro di vita a tanti bambini cardiopatici, creano autonomia alla struttura sanitaria locale e sostengono in modo concreto lo sviluppo del Paese.

In 20 anni di attività l’Associazione ha effettuato oltre 310 missioni operatorie e più di 2.116 interventi cardiochirurgici. Ad oggi ha finanziato 282 borse di studio per medici stranieri e ha partecipato alla realizzazione di due centri cardiochirurgici a Damasco (Siria) e a Shisong (Camerun) e di 2 Terapie Intensive Pediatriche post operatorie a Lima e al Cairo.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy