Italia

Gambara Il giallo della morte della giovane brasiliana: caldaia manomessa, acido, gravidanza

Gambara Il giallo della morte della giovane brasiliana: caldaia manomessa, acido, gravidanzaPrevista per oggi l’autopsia sul corpo della brasiliana trovata morta nell’ufficio dove lavorava a Gambara, in provincia di Brescia. Intanto si è accertato che nella stanza c’era odore di gas, e la caldaia sicuramente è stata manomessa.

Rimane un giallo la morte di Marilia Rodrigues Silva Martins, la 28enne brasiliana trovata morta nell’ufficio dove lavorava a Gambara, in provincia di Brescia. Gli investigatori non scartano per ora alcuna ipotesi e la Procura ha aperto un fascicolo per omicidio. Sarà l’autopsia a stabilire  le cause della morte della donna.


Il corpo, con ferite sul volto e sulla nuca, e’ stato rinvenuto venerdi’ sera da un vicino che ha sfondato la porta dell’ufficio, allarmato dal forte odore di gas. La donna è stata trovata riversa sul pavimento dell’ufficio “Alpi aviation do Brasil”, ditta che vende ultraleggeri con sede a Gambara,ove lavorava da qualche mese. Il suo corpo era in una posizione e con ferite che un malore o una semplice caduta non basterebbero a giustificare.  Dai primi rilievi pare che il tubo della caldaia dell’ufficio sia stato trovato svitato e sarebbe stato trovato anche un flacone di acido. Ma i livelli di gas rilevati nella stanza non sembrerebbero sufficienti a provocare un decesso e gli investigatori non escludono si possa trattare di mosse per depistare e far pensare a un suicidio. Da chiarire ancora alcuni aspetti della vita privata della 29enne.

L’autopsia, infine, servira’ anche a chiarire le voci su una possibile gravidanza di Marilia, ieri gli inquirenti hanno sentito il fidanzato, i conoscenti e il datore di lavoro della donna.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close