Salute

Sclerosi Multipla: un pezzo del puzzle, l’ipoperfusione cerebrale precede la neurodegenerazione/demielinizzazione?

JNNP coverE’ stato pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry uno studio intitolato “Ridotta perfusione della materia grigia senza perdita di volume nella sclerosi multipla iniziale recidivante-remittente“.

Secondo alcuni ricercatori di Christchurch (Nuova Zelanda) la patologia della materia grigia (GM) nella sclerosi multipla (SM) è associata a progressiva disabilità a lungo termine. Il rilevamento di anomalie della GM nella SM iniziale può quindi essere utile per comprendere e prevedere il decorso a lungo termine. Tuttavia, le misure di risonanza magnetica strutturale, come la perdita di volume, hanno mostrato solo modeste anomalie nella SM recidivante-remittente (SMRR) iniziale. E’ stata quindi studiata l’evidenza di anomalie nella perfusione della GM, coerenti con una disfunzione metabolica, nella SMRR iniziale.

25 pazienti con SMRR con durata della malattia ≤ 5 anni e 25 controlli sani di pari età sono stati sottoposti a MRI a 3 Tesla con una sequenza in arterial spin labeling pseudo-continua per quantificare la perfusione della GM e una sequenza volumetrica pesata in T1 per misurare il volume della GM. E’ stato valutato lo stato neurologico nei pazienti ed è stata effettuata una valutazione neuropsicologica in tutti i soggetti. E’ stata utilizzata l’analisi basata sui voxel per confrontare la perfusione regionale della GM e misure del volume nei pazienti e nei controlli.

C’era una ridotta perfusione globale della GM nei pazienti rispetto ai controlli (50.6 ± 5.8 ml/100 g / min vs 54,4 ± 7,6 ml/100 g / min, p = 0,04). L’analisi basata sui voxel ha rivelato vaste aree di diminuita perfusione nella GM corticale e profonda nei soggetti con SM. La ridotta perfusione era associata con punteggi ridotti di memoria. Non c’era alcuna riduzione nell’analisi globale o regionale del volume della GM nei pazienti rispetto ai controlli.

Al termine dello studio, secondo gli autori, la diminuzione della perfusione della GM in assenza di perdita di volume è coerente con una disfunzione metabolica neuronale nella SMRR iniziale. Sono necessari futuri studi in coorti più grandi e follow-up longitudinale per indagare il significato funzionale e prognostico dei primi deficit di perfusione della GM osservati.

Fonte: http://jnnp.bmj.com/content/early/2013/09/13/jnnp-2013-305612.abstract

Tag

Alessandro Rasman

Alessandro Rasman, 49 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button
Close