Italia

A Guardamiglio e Trento l’intitolazione di un parco e di una piazza rispettivamente a Stefano Villa, ed a Filippo Foti e Edoardo Martini,

coispil Coisp:
“Il nostro più sentito plauso a questi straordinari esempi di comunità che sanno come onorare i propri eroi indicandoli come esempi ai più giovani. Genova impari…”
“Eroi a 25, 44, 51 anni. Eroi silenziosi, eroi semplici, eroi veri, esempi da seguire. Stefano Villa, Filippo Foti e Edoardo Martini sono stati e sono tutto questo e le città di Guardamiglio e Trento, per parte loro, rappresentano certamente esempi di comunità dall’impeccabile senso civico che sanno bene da che parte stare, che sanno onorare i propri eroi e che, con grande spirito di responsabilità, sanno scegliere chi indicare soprattutto ai propri giovani come riferimento positivo, costruttivo, degno di rispetto, avendo incarnato fino all’estremo sacrificio il senso del dovere e la volontà di spendersi in difesa degli altri e non contro gli altri. E noi non possiamo che unirci con la massima partecipazione a Guardamiglio e Trento, rivolgendo un plauso per i grandi gesti di civiltà che hanno saputo compiere e che assumono un’importanza ancor più grande in un momento storico di deprimente sovvertimento di principi e di simboli, in cui assistiamo impietriti a ben altre celebrazioni di chi, piuttosto, ha fatto della violenza contro gli altri e in particolare contro i simboli dello Stato, la propria scelta di espressione. Certamente a Genova hanno tanto da imparare da queste
Amministrazioni”.
E’ quanto afferma Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, commentando le cerimonie con cui, nei giorni scorsi, i Comuni di Guardamiglio (Lo)e Trento hanno dedicato grandi onori a indimenticati Appartenenti alla Polizia di Stato.
A Guardamiglio il riqualificato parco di via Umberto I, prospiciente le scuole comunali, è stato intitolato alla memoria dell’Agente Stefano Villa, in forza alla Polizia stradale di Guardamiglio, ucciso a 25 anni, la sera del 27 settembre 1995 al casello autostradale di Melegnano, mentre sventava una rapina.
A Trento la Piazzetta adiacente la Stazione Ferroviaria è stata intitolata alle Vittime del terrorismo Brigadiere P.S. Filippo Foti e Guardia Scelta Edoardo Martini, 51 e 44 anni, medaglie d’Oro al Valor Militare. Questi, in forza alla Polizia Ferroviaria, il 30 settembre 1967 sacrificarono la propria vita, uccisi dalla bomba contenuta in una valigia che terroristi separatisti avevano lasciato sul treno
Alpen Express giunto alla Stazione di Trento con a bordo circa 300 passeggeri, quando con un atto di eccezionale eroismo i due Poliziotti presero la valigia e di corsa la spostarono in un posto isolato della stazione, pochi istanti prima che la deflagrazione li cogliesse in pieno.
“Questo giardino fiorito al centro del paese – ha detto il Sindaco di Guardamiglio, Maria Grazia Tondini Rossi -, luogo di passaggio soprattutto per bambini e ragazzi, è il luogo migliore dove Stefano può rivivere, rivivere negli sguardi di chi passando leggerà questa targa.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close