Scienze e Tecnologia

Come risparmiare sulla bolletta energetica

Come risparmiare sulla bolletta energeticaIl fotovoltaico è un’energia pulita che rispetta l’ambiente e ci permette di risparmiare sulla bolletta energetica. Fino a poco tempo fa, chi installava un impianto fotovoltaico poteva fare ricorso agli incentivi statali per il recupero di una parte della spesa per l’installazione; ora, essendosi chiuso l’ultimo Conto Energia, questa possibilità non esiste più.

Però, nonostante ciò, l’installare un impianto a pannelli solari, crea un risparmio anche senza incentivi. Utilizzando l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico per alimentare gli elettrodomestici e per il riscaldamento, senza dover utilizzare quella della rete elettrica. Ora diversi produttori stanno progettando una nuova gamma di elettrodomestici che, per mezzo di un’interfaccia, potranno comunicare con il generatore fotovoltaico. Questo tipo di tecnologia, che è già entrata nel cablaggio di impianti elettrici civili, si chiama domotica. La domotica permette di ottimizzare i consumi energetici e migliorare la qualità della vita.

Un impianto fotovoltaico in autoconsumo, inoltre, permette di ridurre il costo della bolletta grazie anche all’effetto Peak Shaving, cioè il picco di consumo giornaliero, che da la possibilità di non prelevare energia elettrica nei due scaglioni più cari: il 3° e il 4°.

Per quanto riguarda le agevolazioni fiscali, queste si possono usufruire inserendole nella dichiarazione dei redditi,  secondo dei parametri stabiliti. Ad esempio, se si installa un impianto fotovoltaico entro il 31 dicembre 2013, si può usufruire della ritenuta Irpef del 50%, invece del 36%, sulle spese sostenute per la realizzazione dell’impianto, inserendole nelle detrazioni per i lavori di ristrutturazione e recupero edilizio. Questo recupero monetario sarà diluito in 10 anni. A riguardo, è possibile usufruire fino al 31 dicembre dell’Iva agevolata al 10% .

Un’altra detrazione che permette un risparmio monetario è il Conto Termico. Questa agevolazione è concessa per efficientamento energetico, cioè il miglioramento termico  degli edifici per mezzo degli impianti solari termici per la produzione di acqua calda.

Oltre ai pannelli fotovoltaici classici, sul mercato cominciano ad apparire i MOP (My Own Portable), dei piccoli impianti fotovoltaici portatili, a basso costo, che permettono di generare una tensione di 230V in corrente alternata. Il principio di funzionamento di questo generatore è semplice, basta inserirlo in una qualsiasi presa di corrente e comincerà a immettere energia in rete alimentando, così, qualsiasi elettrodomestico sia inserito. Purtroppo la potenza attuale che si può raggiungere con questi dispositivi è di 250 Watt, ma nulla toglie di inserire 4 di questi dispositivi contemporaneamente.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close