Italia

Lo strano business del Caro Estinto. Pesaro, fermi e denunce, operazione Lazarus

Cimitele Vedova incontra l'amante per rapporto accanto alla tomba del marito
archivio

Pesaro, scoperto il cartello del Caro Estinto. Il lavoro di investigazione è stato compiuto dal  Nucleo di Polizia Tributaria di Pesaro. Cinque almeno le persone finite ai domiciliari, altre 2 con obbligo di firma, 27 invece i denunciati, tra di essi medici, dipendenti pubblici e impresari funebri. L’operazione “Lazarus” è il coronamento di un’indagine lunga due anni.

Sembra infatti che i 5 arrestati procedevano alla vestizione delle salme presso abitazioni o obitorio e guadagnassero almeno 500 euro dalla pratica,  che in realtà era il tot da versare all’ospedale, non solo oltre alle 500 euro intastacavano altre somme dagli impresari funebri per aver procurato il corpo, alcuni degli indagati poi dalle salme, asportavano le attrezzature mediche ed altri ancora invece pare riesumassero la salma. Un business veramente ardito e particolare.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close