EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Oristano: report sul mercatino dei libri usati. Analisi del Collettivo Studentesco Antonio Gramsci

oristano-manifestazione-studentesca-sabato-24-L-DqU_BKIl mercatino del libro usato chiude le attività. A due mesi dall’apertura le cifre dipingono un quadro a tinte fosche sulla situazione economica del tessuto sociale oristanese.

I dati che emergono parlano di vendite quintuplicate rispetto a due anni fa. Quest’anno i libri catalogati nel periodo tra Agosto e Settembre sono stati più di 1500 tra scuole medie e superiori, e i libri venduti a metà prezzo circa 500.

Questi numeri sono il segno tangibile che i libri di testo rappresentano una grossa spesa (si arriva fino ai 500 euro annui per studente) che incide molto sui bilanci familiari. Le cause di un costo così eccessivo sono riconducibili sia all’innalzamento dei prezzi dei testi da parte delle grandi case editrici che stampano ogni anno nuove edizioni ingiustificate (magari cambiando solo l’impostazione grafica o l’ordine delle pagine), sia al mancato rispetto da parte delle scuole dei tetti massimi al costo dei libri.

Il bilancio alla chiusura delle attività conferma quanto le pratiche solidaristiche siano necessarie in questo periodo di grave crisi e di austerità.

La lotta concreta al caro libri si inserisce nel quadro delle tante rivendicazioni che il Collettivo Studentesco Antonio Gramsci sta portando avanti in questi anni. Edilizia scolastica, classi pollaio, antifascismo, laicità, democraticità, inclusività e diritto universale allo studio sono e saranno al centro delle prossime iniziative per l’anno scolastico 2013/2014.

Il Collettivo Studentesco Antonio Gramsci ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita del mercatino e tutte le famiglie e gli studenti che hanno portato e acquistato i libri.

(nota firmata)

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION